Scuola, Locatelli (CSS ): “Priorità è finire anno scolastico in presenza”

Locatelli: L’Italia è il quarto paese al mondo per numero di tamponi realizzati. Il tasso di incidenza del virus è tra i più bassi d’Europa"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:13
Il Presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Franco Locatelli

“Bene essere partito con la scuola. Ma la priorità è finire l’anno scolastico in presenza. Lo dice l’oncoematologo Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità (Css) in un’intervista di questa mattina su Sky Tg24.

L’intervista a  Locatelli

Il noto loncoematologo si è espresso anche in merito alla questione tamponi. “Stiamo studiando – ha detto – quelli rapidi. Non saranno tamponi molecolari. E’ infatti importante la refertazione in giornata. Stiamo effettuando un’attenta analisi per stabilire i criteri che serviranno per mettere in disponibilità test anti genici rapidi”.

Tamponi

I tamponi ci sono per tutti? “Ci sono. Ieri ne sono stati fatti 100.000. L’Italia – prosegue Locatelli – è il quarto paese al mondo per numero di tamponi realizzati con un’attenzione suprema per la diagnostica sull’infrazione da Coronavirus”. “I numeri – aggiunge -parlano a favore del nostro Paese: il tasso di incidenza è tra i più bassi d’Europa. La disponibilità dei tamponi ha giocato un ruolo importante”.

Vaccini

Locatelli si è espresso anche sul vaccino antinfluenzale. “Il vaccino antinfluenzale ci sarà per tutti. Abbiamo innalzato il numero delle dosi a 17 milioni, un grosso incremento rispetto al passato. Sia il Governo sia le Regioni sono pronte per questo sforzo massiccio.

Sul vaccino anti coronavirus ha detto: “Vaccino anti coronavirus presto? L’importante non è solo la velocità ma anche arrivare ad avere un vaccino di sicura efficacia. Dobbiamo aspettare i dati sui nuovi test”.

Test rapido in 12 minuti

Novità sul fronte dei test per individuare il Sars-CoV-2. Un nuovo test di Menarini Diagnostics è in grado di individuare in 12 minuti se un soggetto è positivo, ma anche di evidenziare se ha sviluppato gli anticorpi al Sars-CoV-2 e di dare un’indicazione sulla sua carica virale, in modo da identificare subito i pazienti maggiormente infettivi.

La strumentazione utilizzata – spiega Menarini in una nota – è più veloce e meno costosa di quella in uso nei laboratori. Si tratta della piattaforma Point of Care AFIAS, distribuita da Menarini Diagnostics in Italia e in altri paesi europei. Lo strumento è di ridotte dimensioni, facile da trasportare e semplice da utilizzare. Può quindi essere utilizzato in contesti operativi decentralizzati rispetto al laboratorio analisi, quali pronto soccorso e aeroporti.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.