Scuola chiusa per coronavirus a Roma. Speranza: “Sì ai test rapidi”

Mentre Speranza firma l'ordinanza per i test rapidi, a Roma chiude per casi di coronavirus l'Istituto Highlands

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:00
L'Istituto Highlands di Roma

Mentre Speranza firma l’ordinanza per i test rapidi, l’allarme scuola si estende e il Covid-19 fa chiudere la struttura privata paritaria a Roma Eur: l’Istituto Highlands con indirizzo internazionale certificato Cambridge. Una scuola cattolica che fa parte della rete scolastica internazionale del Regnum Christi. L’Istituto offre un percorso educativo completo e trasversale ed una continuità didattica e pedagogica che accompagna gli alunni dalla scuola dell’infanzia sino al liceo.

Il primo caso

Dopo il primo caso verificatosi alle elementari il 16 settembre la scuola oggi si trova costretta a chiudere i plessi scolastici, dalla media al Liceo, a causa di altri diversi casi che hanno coinvolto la scorsa settimana il Liceo Scientifico, alcuni insegnanti e i dirigenti scolastici, tutti già in quarantena da alcuni giorni.

Ieri sera tardi la comunicazione a tutte le classi delle medie per la chiusura della secondaria di primo grado. Non tutti gli alunni saranno nella condizione di quarantena che però da oggi si estende anche a diverse classi delle medie.

Test rapidi

È pronta l’ordinanza del ministero alla Salute che dà il via libera all’utilizzo dei test rapidi nelle scuole. Roberto Speranza vuole da tempo portare negli istituti questi esami, che oggi vengono fatti prevalentemente negli aeroporti, per sveltire le operazioni di ricerca del virus nelle classi. Ora è pronto l’atto che ufficializza la novità.

Dad

Già pronto il piano per la DAD (didattica a distanza) per la quale la Highlands aveva preparato e consegnato a tutti i genitori degli alunni degli ipads in comodato d’uso gratuito, prima della riapertura a settembre. La didattica a distanza inizierà per tutti giovedì primo ottobre. Intanto a scuola avrà inizio la sanificazione completa delle aule dei plessi interessati, come da protocollo Covid-19 e da indicazione della ASL competente.

Vaccino

Prosegue la ricerca per trovare una cura al coronavirus. Un recente studio ha scoperto che il vaccino antinfluenzale potrebbe aiutare anche contro il Covid-19, ma scarseggiano le scorte. Intanto, nel mondo, i decessi legati al coronavirus hanno intanto superato quota un milione, a fronte di oltre 33,27 milioni di contagi globali, come certifica la Johns Hopkins University.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.