Save the Children, la Serie A scende in campo per i bambini poveri

"Prima del Covid i bambini in povertà assoluta in Italia erano oltre un milione. Oggi questo numero potrebbe essere raddoppiato"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:46

La Serie A scende in campo al fianco di Save the Children per aiutare i bambini poveri che, a causa della pandemia, hanno visto peggiorare le loro condizioni di vita.

Povertà

“Anche in Italia – denuncia l’organizzazione – le conseguenze del virus Covid-19 sono drammatiche: già prima del Covid i bambini in povertà assoluta – senza lo stretto necessario per vivere dignitosamente – erano oltre un milione. Oggi questo numero potrebbe essere raddoppiato”.

“È necessario intervenire subito e con decisione per prevenire e contenere le conseguenze di questa pandemia sui bambini e garantire loro un futuro”. Per questo Save the Children ha lanciato la campagna “Proteggiamo i bambini”, per stare al loro fianco in Italia e nel mondo.

L’iniziativa della Serie A

Da venerdì 23 a lunedì 26 ottobre, tutte le squadre della Serie A Tim scenderanno in campo per supportare Save the Children, invitando tutti i tifosi a contribuire con una semplice donazione attraverso un sms o una chiamata da telefono fisso al 45533 per dare un futuro ai bambini.

La campagna vede ancora una volta coinvolti in prima fila gli allenatori, tra gli altri: Massimiliano Allegri, Antonio Conte, Paulo Fonseca, Giampiero Gasperini, Simone Inzaghi, Stefano Pioli, Andrea Pirlo, Claudio Ranieri, Luciano Spalletti. A sostegno dell’iniziativa anche l’ex maglia rosa Damiano Cunego dal palco Rai al Giro d’Italia e il mondo E-Sport.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.