Sanremo 2020, scatta l'ora del debutto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:50

Festival uguale polemica, una proporzione che non ha lasciato indenne praticamente nessuna kermesse. Forse per questo Amadeus, timoniere dell'edizione numero 70 del Festival di Sanremo, sembra non farci troppo caso e tira dritto per la sua strada, consapevole delle scelte fatte e dicendosi entusiasta per l'avventura che inizierà fra qualche ora. Tutto da copione quindi, bagarre pre-Festival comprese: stavolta è toccato a una frase giudicata inopportuna dello stesso conduttore durante una delle conferenze di presentazione, poi ai testi (precedenti a quello portato a Sanremo) del rapper romano Junior Cally, che non solo non cede alle polemiche ma ne rivendica i contenuti invitando a leggerli meglio. Il resto andrà snodato poco a poco: Amadeus lima gli ultimi dettagli, rivela in sostanza come si articolerà la prima serata affiancato dalle due co-conduttrici del debutto, Diletta Leotta e Rula Jebreal, annunciando sul palco la presenza di Gessica Notaro, la giovane sfregiata con l'acido dal suo ex fidanzato, che si esibirà sulle note di una canzone di Ermal Meta al fianco dell'amico Antonio Maggio, vincitore fra le Nuove proposte nel 2013.

Temi e attese

Sul tema donne si soffermano un po' tutti, a cominciare da Rula Jebreal che, dicendosi “felice di essere qui”, approfitta del momento così importante per “parlare di unemergenza internazionale, della violenza sulle donne, messe in prigione anche solo perché vogliono votare o guidare una macchina”, definendolo “un tema apartitico, quando c'è un abuso riguarda tutti, ringrazio e ammiro il coraggio di Amadeus per avermi invitata”. Annunciando poi che devolverà la metà del suo compenso all'attivista irachena yazida Nadia Murad. Il suo spazio, ovviamente, lo avrà anche la canzone, con un ventaglio di proposte che quest'anno comprende una serie particolarmente ricca di generi e stili musicali. Detto di Junior Cally, molto ci si aspetta dal ritorno di gente come Diodato e Gabbani, forse meno dai ragazzi dei talent, considerando che il boom dei prodotti dei vivai degli show televisivi sembra ormai esaurito da qualche anno. Occhio però al rapper Anastasio, verso il quale la critica è stata praticamente unanime nel riconoscerne il grande talento. E non inganni la sola vittoria di X Factor, perché il ragazzo ha già dimostrato di saper essere estremamente versatile e su di lui ci sono probabilmente più aspettative che nella voce bella e potente ma meno innovatrice di Alberto Urso, trionfatore dell'ultimo Amici.

Prima serata

La vecchia guardia esordirà col botto: Irene Grandi, Marco Masini e Rita Pavone saranno i primi tre cantanti a esibirsi, in una prima serata che vedrà anche l'interessante coppia Bugo-Morgan oltre agli attesi Achille Lauro e Raphale Gualazzi. Spazio anche Diodato, Elodie, Le Vibrazioni, Alberto Urso e Riki, per le prime dodici voci a salire sul palco dell'Ariston. Via anche alla gara delle Nuove proposte, con i primi due accoppiamenti:gli Eugenio in Via di Gioia contro Tecla Insolia e Fadi contro Leo Gassmann. Come ampiamente annunciato, sul palco salirà anche Tiziano Ferro, con un medley di successi sanremesi e la sua Accetto miracoli.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.