Nelle Rsa di Milano arriva “Eccomi!” e gli ospiti comunicano con i parenti

Un nuovo progetto firmato da Fondazione Amplifon, Cisco e Comune di Milano che tiene in contatto i nonni con le proprie famiglie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:30
progetto

La tecnologia, con grandi schermi e potenti connessioni, sbarca in dieci residenze per anziani del territorio milanese. Serve per colmare la distanza tra gli ospiti e i propri cari portata dall’emergenza Covid. Si chiama “Eccomi?” ed è il progetto promosso da Fondazione Amplifon, Cisco, Durante e Comune di Milano, con l’appoggio di Uneba Lombardia. É nato per offrire agli ospiti delle residenze per anziani un nuovo strumento per comunicare con la famiglia o con gli amici .

Le Rsa coinvolte dal progetto sono le strutture Gerosa Brichetto, Famagosta, Pindaro, Ferrari, Casa dei Coniugi, Fondazione Biffi, Piccola Casa del Rifugio, Istituto Sacra Famiglia, Istituto don Gnocchi, Casa Verdi.

Un nuovo modo per tenersi in contatto

A partire da oggi quindi in dieci strutture per l’accoglienza e la cura degli anziani, è attiva una postazione di telepresenza Cisco Webex DX80. Si tratta di una soluzione che offre alle persone, attraverso uno schermo da 24 pollici. Ci sarà la possibilità di comunicare con i propri cari anche in video. Con gesti semplici come fare una telefonata e con un’altissima qualità di immagine e suono, per un’esperienza molto vicina al dialogo di persona. I familiari degli ospiti possono usare per collegarsi qualsiasi dispositivo connesso a internet: smartphone, Pc o tablet.

Il progetto al momento coinvolge 2100 persone anziane

“Il lockdown ha determinato una situazione di isolamento prolungato, che va combattuto con tutte le nostre forze – ha commentato Maria Cristina Ferradini, Managing Director di Fondazione Amplifon -, non solo perché ne va della qualità, della vita quotidiana e della loro serenità, ma anche perché può generare anche problematiche di ordine cognitivo e relazionale. Dare la possibilità ad un anziano di poter dialogare e vedere in modo semplice e immediato i propri cari ha un valore grandissimo che influisce sullo stato di salute generale”. Per il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, “questo è un grande progetto fatto per permettere di riavvicinare questi due mondi che la pandemia costringe a separare”.

Il valore della tecnologia come opportunità

I sistemi sono installati gratuitamente e ogni Rsa, e gli utenti da remoto, dispongono di assistenza continua grazie alla collaborazione con l’azienda Durante. Per il futuro, nelle intenzioni dei promotori e in particolare della capofila del progetto Fondazione Amplifon, EccoMI è un progetto che si potrà estendere anche ad altre città italiane. Secondo l’amministratore delegato di Cisco Italia Agostino Santoni EccoMi “mette in luce il valore della tecnologia come opportunità per migliorare la vita delle persone”.

I prossimi progetti

Come ulteriore iniziativa a favore degli ospiti delle Rsa, Fondazione Amplifon e Cisco hanno intenzione di proporre ai propri dipendenti, nel quadro delle attività di volontariato aziendali, di mettere a disposizione del tempo per videochiamate e chiacchiere di compagnia con gli anziani ricoverati. “Oltre alla cura delle anziane e degli anziani ospitati, diventa importante garantire nelle residenze per anziani un contatto che possa riavvicinarli ai famigliari, ai parenti, agli amici – ha commentato l’assessore alle Politiche sociali e abitative del Comune di Milano, Gabriele Rabaiotti -. È un ponte digitale essenziale”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.