Pechino: “L’Ue corregga i dazi sulle auto elettriche”

La Cina si è detta pronta ad adottare le misure necessarie per tutelare le aziende nazionali

Auto elettriche
Foto di Michael Marais su Unsplash

Il ministero del Commercio cinese, commentando i dazi sull’auto elettrica varati dalle istituzioni europee, ha esortato l’Ue a porre un freno alle “pratiche sbagliate”, pena l’introduzione delle “misure necessarie” per tutelare le aziende di Pechino.

Le dichiarazioni di Pechino

L’Ue “ha ignorato i fatti e le regole del Wto, le ripetute forti obiezioni cinesi, gli appelli e la dissuasione di governi e industrie di diversi Stati europei”. Il ministero del Commercio di Pechino, commentando i dazi sull’auto elettrica decisi da Bruxelles, ha contestato le conclusioni Ue, “prive di fondamento fattuale e giuridico” che ignorano “il fatto oggettivo che i vantaggi della Cina nei veicoli elettrici derivano dalla concorrenza aperta”.

L’esortazione

La Cina esorta l’Ue “a correggere immediatamente le sue pratiche sbagliate”, riservandosi di adottare “in modo risoluto tutte le misure necessarie” a tutela delle aziende cinesi.

Fonte: Ansa