Oms: “La pandemia non è finita. Rischio di nuove varianti”

L'allarme lanciato del numero uno dell'Oms che mette in guardia i Paesi con bassi tassi di vaccinazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:13

La pandemia non è affatto finita ed esiste il rischio concreto che emergano nuove varianti. E’ quanto ha dichiarato il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus nel briefing sul Covid da Ginevra.

Le dichiarazioni di Ghebreyesus

“Omicron può essere in media meno grave, ma la narrativa che si tratti di una malattia lieve è fuorviante, danneggia la risposta generale” alla pandemia “e costa più vite”, ha aggiunto. “In alcuni paesi, i casi di Covid sembrano aver raggiunto il picco, il che fa sperare che il peggio di quest’ultima ondata sia finito, ma nessun paese è ancora fuori dai guai“, ha avvertito il numero uno dell’Oms.

Perché il virus “sta circolando troppo intensamente” e rischia di colpire le “molte persone ancora vulnerabili”. Quanto all’impatto di Omicron, ha ricordato, “sta provocando ricoveri e decessi e anche i casi meno gravi stanno inondando le strutture sanitarie”. “Per molti paesi le prossime settimane saranno critiche”, soprattutto per quelli con “bassi tassi di vaccinazione”, ha avvertito.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.