Nuovo attacco di Anonymous: bloccate le ferrovie e le banche bielorusse

Il collettivo di hacker e attivisti prosegue la sua campagna #OpRussia: hackerate le tv di stato russe, molti siti down, dirottato lo yacht di Putin

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:29

Anonymous continua la sua cyberguerra informatica contro la Russia. Il collettivo di hacker, con un tweet ha informato e rivendicato un attacco contro le ferrovie bielorusse, affermando che “tutti i servizi sono fuori uso” e resteranno “disattivati finché le forze russe non lasceranno il territorio della Bielorussia”. Dopo le ferrovie, gli hacker hanno pubblicato un altro tweet dove annunciavano di aver bloccato i siti web delle banche in Bielorussia.

Il messaggio a Putin

Ieri, in un messaggio diffuso sui suoi canali social, il collettivo internazionale di hacker e attivisti spiega il perché dell’inizio dell’operazione Russia (#OpRussia). “Signor Putin, l’invasione in corso dell’Ucraina ha mostrato come il suo regime non abbia rispetto per i diritti umani, né per il principio di autodeterminazione dei Paesi vicini – inizia così il messaggio -. Negli ultimi giorni è iniziata un’invasione su larga scala, quartieri civili sono stati bombardati e persone innocenti sono state uccise. I rifugiati stanno fuggendo dalle violenze e al popolo è stato imposto il reclutamento dal governo ucraino. La situazione è terribile ovunque e lei ne è l’artefice. Anche i cittadini che lei sostiene di voler proteggere si sono schierati contro la guerra e protestano nelle più grandi città della Russia”, continua il video che dura circa tre minuti. Poi l’avvertimento: “Anonymous ha dichiarato una cyber guerra al suo regime aggressivo, mettendo offline nei giorni scorsi numerosi siti governativi. I siti web oscurati sono però solo l’inizio, presto conoscerà la furia degli hacker di tutto il mondo, molti dei quali probabilmente risiedono nel suo Paese. I suoi segreti non sono più al sicuro e c’è la possibilità che elementi chiave delle infrastrutture governative vengano manomessi”.

Hackerate le tv russe e dirottato lo yacht di Putin

A distanza di poche ore dal messaggio, gli hacker di Anonymous hanno fatto sapere di aver hackerato i canali di stato televisivi russi, aver messo online il sito del ministero del lavoro e della protezione sociale russo e aver dirottato lo yacht di Putin.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.