Nuovi “Padre Nostro” e “Gloria”. Al Papa il Messale della Cei

La terza edizione del Messale Romano, approvata dall'Assemblea dei vescovi, è stata consegnata oggi al Papa dal presidente della Cei, Gualtiero Bassetti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:28
Papa

Il Messale Romano sarà in vigore da fine novembre. Le nuove versioni del Padre nostro (“non abbandonarci alla tentazione” al posto di “non ci indurre in tentazione“) e del Gloria (“pace in terra agli uomini, amati dal Signore” al posto di “pace in terra agli uomini di buona volontà“).

Foto © Tyrone Siu per Reuters

Messale Romano

Papa Francesco ha ricevuto oggi in udienza il presidente della Cei, il cardinale Gualtiero Bassetti. Al Pontefice, riferisce l’Agi, è stato presentato il nuovo Messale della Conferenza Episcopale Italiana. La terza edizione del Messale Romano era stata approvata dall’Assemblea dei vescovi, nel novembre 2018. A conclusione di un percorso durato oltre 16 anni. Francesco aveva dato il via libera al nuovo Messale, dopo l’ok della Congregazione per il Culto divino e la disciplina dei sacramenti.

Papa Francesco durante la celebrazione della Messa a Santa Marta – Foto © Vatican Media / Reuters

Nuovi “Padre Nostro” e “Gloria”

In occasione della prossima pubblicazione della nuova edizione italiana del Messale Romano, l’arcidiocesi di Firenze propone domenica 6 settembre un incontro di presentazione e preghiera. Il titoo della conferenza è La Terza edizione italiana del Messale Romano, occasione per riscoprire il dono della liturgia nella vita della Chiesa”. Nella cattedrale di Santa Maria del Fiore, alle 16,30 incontro con monsignor Claudio Maniago, presidente della Commissione episcopale per la liturgia della Cei. Alle 18, Celebrazione eucaristica. Questo incontro apre un itinerario di formazione che vedrà coinvolto il clero diocesano. “È un momento importante – spiegano gli organizzatori – per prepararsi ad accogliere questo dono prezioso che è il libro liturgico che guida e accompagna le celebrazioni eucaristiche“. Sarà possibile seguire l’incontro in diretta dai siti dell’arcidiocesi, di Toscana Oggi e di Radio Toscana, dove resterà disponibile anche nei giorni successivi. Per partecipare in Cattedrale occorrerà seguire le consuete norme di sicurezza sanitaria.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.