Nigeria: libero il sacerdote rapito il 20 maggio

Nell'attacco alla chiesa cattolica Saint Vincent di Malunfashi. nello Stato di Katsina, era rimasto ucciso un altro sacerdote, don Alphonsus Bello

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:52
Fonte Ansa

E’ stato rilasciato padre Joe Keke, il sacerdote rapito il 20 maggio in Nigeria da uomini armati in un attacco a una chiesa cattolica nello stato settentrionale di Katsina. In quell’occasione un altro sacerdote, don Alphonsus Yadhim Bello, era stato ucciso.

A dare l’annuncio della sua liberazione è stato padre Chris Omotosho, direttore delle comunicazioni della diocesi di Sokoto, secondo quanto riferisce la fondazione pontificia “Aiuto alla Chiesa che Soffre”, che “ringrazia chi si è speso concretamente in questi giorni per la sua liberazione”. Lo scrive l’agenzia Ansa.

Il rapimento

La mattina del 20 maggio, aveva riferito in quel frangente il quotidiano Premium Times citando Omotosho, un gruppo di uomini armati aveva attaccato la chiesa cattolica di Saint Vincent, a Malumfashi, nello Stato di Katsina. Lo scrive Agenzia Nova. Don Alphonsus Bello era stato trovato morto su un terreno agricolo adiacente l’edificio della parrocchia mentre l’altro sacerdote, padre Joe Keke, era stato preso in ostaggio.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.