Cina, forti inondazioni nell’Henan, 12 morti nella metro di Zhengzhou

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:01

Dodici persone sono morte in Cina nell’inondazione della metropolitana della città di Zhengzhou, capitale della provincia di Henan, nella parte centro-orientale del grande Paese asiatico. Lo hanno reso noto oggi le autorità locali, dopo la pubblicazione online di immagini di passeggeri sommersi dall’acqua.

La città “ha sperimentato una serie di rari e violenti temporali che hanno causato l’accumulo di acqua nella metropolitana di Zhengzhou”, hanno detto i funzionari cittadini in un messaggio pubblicato sul social network Weibo, specificando che 12 persone sono rimaste uccise e altre cinque ferite.

Xi: “Inondazioni nel Paese estremamente gravi”

Il presidente cinese Xi Jinping ha definito “estremamente gravi” le inondazioni mortali abbattutesi sul Paese, chiedendo alle autorità a tutti i livelli di dare la massima priorità alla sicurezza della vita delle persone, nonché ai loro beni, e di attuare “con attenzione e rigore le misure di prevenzione delle inondazioni e di soccorso in caso di calamità”.

Nelle istruzioni date, Xi, dopo le ultime vittime registrate nell’Henan, ha affermato che “la situazione del controllo delle inondazioni è estremamente grave” e che gli eventi erano in una “fase critica”, nel resoconto dei media ufficiali.

Evacuate quasi 300mila persone nell’Henan

A causa delle piogge, sono state evacuate quasi 300mila persone nella provincia dell’Henan, dove – oltre ai 12 morti della metropolitana – si temono numerosi dispersi. E’ l’ultimo bollettino fornito dalle autorità locali che hanno alzato l’allerta al livello 1, il più alto possibile, a causa dei fiumi in piena e delle dighe finite sotto pressione in tutta la provincia.

Nella provincia dell’Henan, tra l’altro, ci sono le cascate artificiali più grandi dell’Asia. Le cascate vengono generate dalla diga Xiaolangdi posta sul Fiume Giallo: con 12.5 metri d’altezza e 400 metri di larghezza, la diga artificiale ha richiesto due anni di lavori conclusi solo nel 2016. Ora si teme per la sua capacità di contenere il surplus d’acqua dovuto alle forti piogge.

“Dal 16 luglio a martedì pomeriggio, le pesanti precipitazioni hanno colpito oltre 280.000 residenti in 31 contee e distretti dell’Henan. L’acqua ha danneggiato circa 20.000 ettari di colture”, hanno riportato i media ufficiali.

Mihe Township nella città di Gongyi, che è amministrata da Zhengzhou, è tra le aree più colpite e dove si temono numerosi dispersi, scrive Ansa. L’intensa notte a Zhengzhou è stata vissuta in prevalenza senza acqua, elettricità e Internet, con una ripresa parziale dei servizi solo in mattinata.Le inondazioni hanno già da questa mattina dominato i social media in mandarino, con molti video postati sulla piattaforma di microblogging Weibo, tra persone rimaste bloccate nell’acqua in metropolitana e il salvataggio di 150 bambini da un asilo, sempre nel capoluogo. Anche le maestre sono state salvate.

Il video del salvataggio dei bambini. Fonte: New China Tv

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.