Morta Lidia Menapace. Mattarella: “I suoi valori insegnamento per i giovani”

E' morta oggi l'ex senatrice ed ex partigiana Lidia Menapace. Era ricoverata da qualche giorno per Covid a Bolzano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:35

E’ morta l’ex senatrice ed ex partigiana Lidia Menapace. Aveva 96 anni. Era ricoverata da qualche giorno per Covid a Bolzano.

Menapace è stata la prima donna ad essere eletta nel Consiglio provinciale di Bolzano, con Waltraud Deeg, e la prima donna in giunta provinciale. Pacifista e femminista, è stata senatrice di Rifondazione Comunista dal 2006 al 2008.

Il cordoglio di Mattarella

“Scompare con Lidia Brisca Menapace una figura particolarmente intensa di intellettuale e dirigente politica espressione del dibattito autentico che ha attraversato il Novecento”. Lo ha scritto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato al Presidente nazionale Anpi, Gianfranco Pagliarulo.

Mattarella ha ricordato il percorso di Lidia Brisca Menapace: “Staffetta partigiana in Val d’Ossola, brillante laureata presso l’Università Cattolica di Milano, dove sarà lettore di lingua italiana, dirigente della Democrazia Cristiana e vice presidente della Provincia di Bolzano, animatrice del movimento delle donne, tra i fondatori del Manifesto e, infine, senatore per Rifondazione comunista nella XV legislatura repubblicana, Lidia Menapace è stata fortemente impegnata sui temi della pace, con la Convenzione permanente delle donne contro tutte le guerre”.

“I valori che ha coltivato e ricercato nella sua vita antifascismo, libertà, democrazia, pace, uguaglianza – ha concluso Mattarella – sono quelli fatti propri dalla Costituzione italiana e costituiscono un insegnamento per le giovani generazioni“.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.