Mattarella ai vigili del fuoco: “Gratitudine e di riconoscenza per l’opera svolta”

Il messaggio di Mattarella ai vigili del fuoco per l'ottantesimo anniversario dell’inaugurazione delle Scuole centrali antincendi di Roma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:06
Catania 21/11/2019. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della celebrazione dell’80° anniversario di fondazione del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco (Immagine di repertorio. Fonte: Quirinale)

L’ottantesimo anniversario dell’inaugurazione delle Scuole centrali antincendi di Roma, ove generazioni di vigili del fuoco hanno ricevuto l’addestramento di base per la loro delicata missione, offre l’occasione per una rinnovata riflessione sul valore irrinunciabile della formazione per quanti svolgono un pubblico servizio”. Lo scrive il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato al ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, in occasione di questo anniversario.

“Essa – osserva il capo dello Stato – ha la funzione non solo di consentire l’acquisizione di professionalità e competenze specialistiche, ma anche di garantire la trasmissione di un più ampio bagaglio di saperi, sentimenti, tradizioni ed esperienze che connotano e qualificano la cultura del servizio, votandola al perseguimento del bene comune”.

Il messaggio di Mattarella

Sin dalla fondazione, “oltre ad assicurare una accurata preparazione tecnico-operativa, necessaria ai vigili del fuoco per operare in sicurezza e con efficacia nella propria attività – evidenzia il presidente della Repubblica -, la Scuola ha costituito l’ambiente privilegiato per custodire quel ricco patrimonio di valori umani e istituzionali che caratterizza, da sempre, l’operato del Corpo e che ne rappresenta uno specifico punto di forza”.

Durante il periodo formativo, “suggellato dal giuramento di fedeltà alla Repubblica”, fa notare Mattarella, “i giovani vigili assumono di giorno in giorno maggiore consapevolezza dell’alto valore civico dei propri compiti, nella cornice dei principi costituzionali”.

Nella struttura di Capannelle, “gli allievi, nella fase iniziale del proprio percorso, apprendono l’importanza del lavoro di squadra e dello stile di prossimità nei delicati contesti in cui si troveranno ad intervenire, come testimoniato anche durante l’emergenza sanitaria”.

Il capo dello Stato, “nell’esprimere un particolare apprezzamento ai docenti, ai formatori e a tutto il personale delle scuole”, rivolge i suoi “più sentiti auguri a tutti i frequentatori dei corsi, sostenendoli nell’impegno assunto, con la certezza che il successo della loro istruzione rappresenti un investimento per tutto il Paese”.

“Colgo l’occasione di tale ricorrenza – conclude il presidente – per rinnovare a tutte le componenti del Corpo nazionale i sentimenti di gratitudine e di riconoscenza della comunità nazionale per l’opera svolta a tutela dell’incolumità delle persone e della salvaguardia dei beni e dell’ambiente, con un commosso ricordo per coloro che, nel corso del tempo, hanno perso la vita nell’adempimento dei loro doveri”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.