Mattarella ai giardini del Quirinale: “Oggi è un giorno di festa per tutti”

Con queste parole il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha salutato nei giardini del Quirinale un gruppo di cittadini di categorie fragili

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:41
Fonte: Quirinale

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha salutato nel pomeriggio i circa 2.300 cittadini che hanno visitato i Giardini del Quirinale in occasione del 2 giugno, Festa della Repubblica. Quest’anno la consueta apertura al pubblico dei Giardini è stata dedicata alle persone con fragilità rappresentate dalle associazioni a carattere nazionale.

L’individuazione degli ospiti è stata curata dalla Regione Lazio, da Roma Capitale e dalla Città Metropolitana di Roma Capitale. In collaborazione con il Miur sono stati invitati alcuni bambini profughi dall’Ucraina che frequentano l’Istituto comprensivo “W.A. Mozart” di Roma, protagonisti di un percorso di integrazione e inclusione sociale.

mattarella
Il presidente Mattarella con i bambini profughi dall’Ucraina che frequentano l’Istituto comprensivo “W.A. Mozart” di Roma (Fonte: Quirinale)

Inoltre, con la consulenza dell’Istituto Sant’Alessio, Azienda di Servizi per persone con disabilità visiva, è stato organizzato nei Giardini un percorso sensoriale per ipovedenti e non vedenti. L’Inno italiano e altri brani musicali sono stati eseguiti dalla Banda Interforze. In un’area dei Giardini sono state esposte moto storiche in dotazione al Reggimento Corazzieri (Moto Guzzi Astore, Falcone Sport, V7) e autovetture presidenziali (Lancia Flaminia 335, Lancia Aurelia e Maserati).

Mattarella: “Siete voi che mi state accogliendo con affetto”

Oggi è un giorno di festa importante per l’Italia e questo giorno è ancora più bello per la vostra presenza che rende allegri i giardini ed il Quirinale. Ringraziamo la banda interforze militare. Una giornata così bella sottolinea la letizia di questa giornata per il nostro Paese. Siete i benvenuti qui. Vi ringrazio. Stiamo capovolgendo i rapporti: ero io che dovevo accogliervi e invece siete voi che mi state accogliendo con affetto. Vi faccio gli auguri per questo giorni di festa e per il futuro, buon giorno di festa”. Con queste parole il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha salutato nei giardini del Quirinale un gruppo di cittadini di categorie fragili.

Una giornata di festa – sottolinea Ansa – piena di impegni istituzionali che il presidente ha voluto nei giardini dopo due anni di chiusura a causa della pandemia. Seppur con un numero di entrate contingentate, il capo dello Stato si è volentieri dedicato all’abbraccio dei cittadini stringendo mille mani con una breve passeggiata.

Il programma del 2 Giugno

Oggi il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del 76° anniversario della Repubblica, ha reso omaggio al Monumento del Milite Ignoto all’Altare della Patria e ha assistito alla Parata ai Fori Imperiali.

Il Capo dello Stato, accompagnato dal Ministro della Difesa, dal Capo di Stato Maggiore della Difesa ha passato in rassegna il reparto d’onore schierato con Bandiera e Banda.

Il Presidente Mattarella ha, quindi, deposto una corona d’alloro al Sacello del Milite Ignoto, in ricordo di tutti i militari e i civili che hanno servito e servono lo Stato con impegno ed abnegazione, alla presenza dei Presidenti di Senato e Camera, del Presidente del Consiglio dei Ministri e del Presidente della Corte Costituzionale.

Roma, 02/06/2022. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella depone una corona d’alloro sulla Tomba del Milite Ignoto all’Altare della Patria,in occasione della Festa Nazionale della Repubblica (Fonte: Quirinale)

Al termine, le Frecce Tricolori hanno sorvolato su Piazza Venezia. Il Capo dello Stato ha quindi assistito alla Parata Militare ai Fori Imperiali che si è conclusa con il sorvolo delle Frecce Tricolori.

Nel pomeriggio, i Giardini del Quirinale hanno aperto al pubblico dalle 15 alle 19. Causa Covid, sono entrate solo le associazioni delle persone fragili.

Alle 16, dall’Aula del Senato, c’è stata la cerimonia conclusiva dell’iniziativa “Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione”, a cura di Rai Parlamento.

La notte del 2 giugno, infine, la facciata esterna del Torrino del Cortile d’Onore viene fatta risplendere con le luci del Tricolore.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.