Luci tricolori in via D’Amelio per ricordare Borsellino e la sua scorta

L'impianto verrà inaugurato nella data in cui si svolse l'attentato che costò la vita al giudice antimafia e cinque membri della scorta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:58

Un fascio di luce tricolore ad avvolgere e abbracciare l’albero di ulivo di via D’Amelio. Si accenderà stasera alle 21 il nuovo impianto di illuminazione artistica, proposto da Salvatore Borsellino, fratello del magistrato ucciso dalla mafia il 19 luglio del 1992, e voluto dal sindaco di Palermo, Leoluca Orlando. L’installazione commemorerà il giudice Paolo Borsellino e la sua scorta.

“Accendiamo l’Albero della Pace, simbolo di cambiamento di una città non governata più dalla mafia, per fare memoria e chiedere giustizia – dice Orlando -. Per non dimenticare i troppi depistaggi orditi da uomini di Stato che hanno allontanato la verità per troppo tempo. È anche un messaggio di impegno e di futuro nel rispetto della legalità del diritto e della legalità dei diritti di tutti e di ciascuno, senza discriminazioni e violenze”.

La nuova illuminazione è stata installata da Amg Energia spa attorno all’albero di ulivo piantato proprio in corrispondenza della buca lasciata dall’esplosione dell’autobomba. È stata realizzata sulla base di un preventivo di circa 2.500 euro, autorizzato dall’amministrazione comunale: il nuovo impianto è formato da tre proiettori che sono stati donati da un privato. I proiettori diffondono fasci di luce verde, bianca e rossa.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.