Londra, muezzin accoltellato in una moschea: fermato l'aggressore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:26

Un nuovo attacco con un'arma bianca si è verificato al centro di Londra. Un uomo, un fedele musulmano, è stato accoltellato mentre pregava nella Moschea di Regent's Park, nel centro di Londra. Lo hanno riferito i media locali, precisando che la vittima è stata ferita al collo. Al momento, le forze dell'ordine londinesi non hanno chiarito se si tratti di un attacco legato a un movente personale, a un qualche raptus o a una pista terroristica. 

La vittima

Come riportato dal sito online Sky News e confermato da Scotland Yard, l'uomo aggredito nella moschea di Regent's Park è il muezzin, incaricato di seguire la preghiera del giovedì sera. Come lascia intendere Sky News si tratterebbe di un attacco “mirato” anti-islamico. L'uomo, in base alle prime informazioni, avrebbe riportato una ferita superficiale e la sua vita non sarebbe in pericolo. 

Arrestato l'aggressore

Nel frattempo, Scotland Yard ha confermato l'arresto dell'aggressore, evitando per ora di rendere nota qualunque ipotesi investigativa e facendo sapere di essere in attesa di ulteriori aggiornamenti sulle condizioni di salute del muezzin. Un video amatoriale, subito diffuso su internet, mostra le fasi del fermo del presunto aggressore, un bianco, sembrerebbe, ammanettato dagli agenti dopo una breve colluttazione. La moschea di Regent's Pakr è la più ggrande del Regno Unito e può contenere fino a 5.000 persone. Al momento dell'accoltellamento, secondo quanto riporta Sky News, nel luogo di culto erano riuniti in preghiera circa 300 fedeli. 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.