Tragedia familiare a Licata: uccide fratello, cognata, nipoti e si suicida

Angelo Tardino ha assassinato a Licata a colpi di pistola il fratello, la cognata e due nipoti di 15 e 11 anni e poi ha tentato la fuga

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:09

E’ finita nel sangue una lite in una casa di Licata, in provincia di Agrigento. Un padre di famiglia, Angelo Tardino di 48 anni, ha assassinato a colpi di pistola il fratello, la cognata e due nipoti di 15 e 11 anni e poi ha tentato la fuga. Ma, braccato dai carabinieri, ha deciso di togliersi la vita in una strada poco distante dal luogo della strage.

Lite per motivi economici dietro la strage

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, che hanno sentito alcuni vicini, la strage sarebbe stata originata da un violento diverbio per motivi economici, legati alla suddivisione di alcuni terreni dove si coltivano carciofi. Sul posto, sono al lavoro i carabinieri ed è appena giunta il Pm Paola Vetro: adesso bisognerà capire con esattezza cosa è accaduto e cosa ha portato alla strage.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.