La Lagarde cita Draghi: “Whatever it takes” per raggiungere l’obiettivo

La numero uno della Bce ha partecipato a un webinar del "The Economist"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:29
La presidente della banca Centrale Europea (BCE) Christine Lagarde, al 30esimo Frankfurt European Banking Congress

Whatever it takes“. Tradotta in italiano questa frase significa fare tutto il necessario. Parole che, a distanza di anni, vengono pronunciate nuovamente da un presidente della Banca centrale europea. Divenute famose quando furono dette dall’ex numero della Bce, Mario Draghi, sono state ripetute oggi dal suo successore alla guida dell’Euro Tower, Christine Lagarde, durante un webinar del “The Economist”.

Le parole della Lagarde

L’Europa ha reagito tempestivamente alla crisi pandemica, è una risposta impressionante” ha sottolineato l’attuale numero uno della Bce parlando delle conseguenze della pandemia da coronavirus e di come tornare alla crescita con riferimento agli stimoli e sottolineando che la pandemia era un nuovo territorio da esplorare.

Affrettare la ratifica del Recovery Fund

Durante il suo discorso al webinar, la Lagarde ha esortato i Paesi dell’Unione Europea a ratificare al più presto il Recovery Fund. La presidente della Bce ha sottolineato l’importanza di fare presto “perché la pandemia sta accelerando tutto” ed ha ribadito che questo non è il momento per rallentare. Inoltre, ha aggiunto che “è nell’interesse dei Paesi muoversi velocemente, dall’Italia, alla Spagna, alla Grecia”.

Sulla scia lasciata da Mario Draghi?

Oltre alla ormai celebre espressione usata da Mario Draghi, la Lagarde sembra voler seguire in tutto e per tutto le orme lasciate dal suo predecessore. Concludendo il webinar del The Economist, la Lagarde ha concluso il suo discorso affermando l’importanza di “continuare con una politica monetaria accomodante“.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.