Kishida (Giappone) all’Onu: “Inaccettabile la minaccia russa di usare l’atomica”

Il premier giapponese Fumio Kishida chiede all'assemblea generale dell'Onu una riforma del consiglio di sicurezza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:45
Il premier giapponese Fumio Kishida (Fonte: @JPN_PMO)

L’invasione russa dell’Ucraina “non avrebbe mai dovuto essere tollerata” e “calpesta la filosofia della carta dell’Onu”. Così esordisce il premier giapponese Fumio Kishida nel suo intervento all’assemblea generale dell’Onu chiedendo una riforma del consiglio di sicurezza che consentirebbe alle Nazioni Unite di difendere meglio la pace e l’ordine globale, anche in caso di conflitti come quello in Ucraina che “sta scuotendo le fondamenta dell’ordine internazionale”.

Kishida a Onu: “Inaccettabile minaccia russa uso arma atomica”

“La minaccia di usare l’arma nucleare, come ha fatto la Russia, per non parlare di usarla, è inaccettabile”, ha aggiunto Kishida nel suo intervento specificando che la credibilità delle Nazioni Unite è messa in discussione da un membro del consiglio di sicurezza.

Kishida si è infine detto pronto ad incontrare il leader nordcoreano Kim Jong-un senza precondizioni.

Guterres e Scholtz parlano di guerra in Ucraina

A margine dell’Assemblea Generale, il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, ha incontrato il cancelliere tedesco Olaf Scholz. I due, fa sapere il Palazzo di Vetro, “hanno discusso della guerra in Ucraina e il suo impatto globale, incluso sulla sicurezza alimentare”. E hanno parlato anche della cooperazione tra Germania e Nazioni Unite.

Breve colloquio Draghi-Scholz in assemblea generale

Breve colloquio anche tra il cancelliere tedesco Scholz e il presidente del Consiglio Mario Draghi al Palazzo di Vetro, mentre è in corso l’assemblea generale dell’Onu. I due si sono intrattenuti per qualche minuto accanto alla postazione della delegazione italiana mentre in sala stava per prendere la parola il primo ministro giapponese Fumio Kishida.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.