Intersos: la vaccinazione per migranti e senza dimora è un diritto fondamentale

Intersos ha rivolto un messaggio per far si che migranti e senza tetto possano essere vaccinati per il Covid-19, affinchè tutti insieme, si possa vincere questa sfida

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:51
Parrocchia

Intersos è un’organizzazione non governativa italiana, umanitaria e senza scopo di lucro che agisce in 40 paesi del mondo con l’obiettivo di fornire assistenza in situazioni di emergenza umanitaria e contestualmente agire per la tutela della persona, delle famiglie e dei i migranti per i quali In Italia gestisce centri rivolti a minori stranieri non accompagnati.

Il diritto alla vaccinazione dei migranti e dei senza tetto

In particolare, per quanto concerne l’attuale pandemia da Covid – 19 ed il correlato diritto alla vaccinazione, nella giornata di oggi, la stessa organizzazione, ha posto l’accento sul diritto di accesso alle cure vaccinali da parte dei migranti e dei senza fissa dimora che a vario titolo e per ragioni amministrative non possono accedere al Servizio Sanitario Nazionale. In particolare, allo stato attuale, le persone in questa difficile condizione, risultano essere centinaia di migliaia, per questo è necessario rimuovere gli ostacoli alla vaccinazione per le fasce marginalizzate della popolazione e cercare di includere queste persone nella campagna di immunizzazione contro il Covid – 19. Successivamente, a latere di questo appello, Intersos ha spiegato che in Italia, allo stato attuale, stanno prendendo vita diverse iniziative per la vaccinazione delle persone che non possono accedere alle strutture sanitarie, quali ad esempio: l’hub vaccinale della Comunità di Sant’Egidio, l’Open Light organizzato dalla Asl 1 di Roma e la vaccinazione dei migranti in provincia di Foggia.

Includere gli altri

In conclusione, la sopraccitata organizzazione, ha sottolineato che la campagna vaccinale deve essere per tutti e che nessuno può vincere questa sfida escludendo gli altri, questo è valido per la lotta al coronavirus ma anche per ogni battaglia di umanità.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.