Istanbul, Erdogan chiede a Putin e Zelensky di “porre fine a questa tragedia”

Al via i negoziati a Istanbul. Erdogan: "Una pace giusta non avrà un perdente e la continuazione del conflitto non giova a nessuno"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:09

Le delegazioni di Russia e Ucraina hanno iniziato i colloqui a Istanbul, con la partecipazione del Presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Lo riferisce Interfax. Il canale televisivo Russia Today ha trasmesso l’inizio della riunione. Erdogan si è rivolto ai negoziatori con un breve discorso prima dei colloqui bilaterali.

Le parole di Erdogan

“Entrambe le parti hanno legittime preoccupazioni”, ha esordito il presidente turco accogliendo le delegazioni dei negoziatori a Istanbul, invitandoli a “porre fine a questa tragedia” e aggiungendo che, sia il presidente ucraino Volodomyr Zelensky, sia il presidente russo Vladimir Putin sono “amici preziosi” e che progressi nei negoziati aprirebbero la strada all’incontro tra i leader, che la Turchia potrebbe ospitare. “E’ arrivato il momento in cui i negoziati producano dei risultati concreti”, ha aggiunto Erdogan riportato da Ansa, sottolineando come “i passi avanti fatti nel corso di questi colloqui consentiranno ai leader di Russia e Ucraina di avere un faccia a faccia”.

Erdogan: “Una pace giusta non avrà un perdente”

Una “pace giusta” non avrà un perdente e la continuazione del conflitto non giova a nessuno. Lo ha detto il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, nel suo benvenuto ai negoziatori russi e ucraini ai colloqui di Istanbul, citato dalla Bbc. “In un momento così critico…mi auguro che i nostri incontri e le nostre discussioni siano di buon auspicio per i vostri Paesi, per la nostra regione e per tutta l’umanità”. Il presidente ha poi chiesto un immediato cessate il fuoco e che fermare la tragedia dipende da entrambe le parti.

Abramovich partecipa ai negoziati a Istanbul

Anche Roman Abramovich ha assistito al discorso del presidente turco Recep Tayyip Erdogan che poco fa ha accolto le delegazioni di Russia e Ucraina oggi a Istanbul per i colloqui. Lo fa sapere la giornalista del quotidiano turco Hurriyet Nalan Kocak condividendo una fotografia del miliardario russo seduto tra funzionari turchi durante il discorso del presidente turco. Abramovic sembrava fosse stato avvelenato durante dei negoziati recedenti, notizia però sconfessata dalla parte ucraina.

Fonte russa: “Speriamo in primo importante risultato”

La parte russa spera nel primo importante risultato nei colloqui con l’Ucraina a Istanbul. Lo ha detto alla Tass una fonte russa che ha familiarità con il processo negoziale. “Stiamo sperando per il primo risultato che sia pietra miliare”, ha detto la fonte.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.