Calabria: anziano investito dalle fiamme ad Acquaro

L'anziano è la quinta vittima in Calabria dei roghi che continuano ad imperversare in tutta la regione da diversi giorni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:56

Ancora una vittima per gli incendi in Calabria. Un settantottenne è stato trovato semicarbonizzato nella notte ad Acquaro, in provincia di Vibo Valentia. Il pensionato – scrive il Quotidiano del Sud – sarebbe stato investito dalle fiamme di un incendio boschivo che ha interessato anche il suo fondo agricolo.

Indagini a tutto campo

L’uomo, A.S., riporta Ansa, si sarebbe allontanato da casa dopo avere notato il fumo provenire dall’area del suo appezzamento finendo, nel tentativo di spegnere il rogo, per essere investito dalle fiamme. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e il medico legale per un primo esame esterno del cadavere.

Il cadavere del pensionato, che era originario della vicina località di Boscoregio, è stato trovato da alcuni parenti preoccupati per il suo mancato rientro, nel fondo agricolo di località Savocà, nel Comune di Acquaro. Anche se quella del decesso provocato dall’incendio è l’ipotesi prevalente, gli investigatori stanno svolgendo tutti gli accertamenti del caso.

Quinta vittima in Calabria

L’anziano è la quinta vittima in Calabria dei roghi che continuano ad imperversare in tutta la regione da diversi giorni e che ha mandato in fumo ettari di bosco sull’Aspromonte. Ieri sono state otto le richieste di intervento aereo per lo spegnimento di incendi boschivi ricevute dal Centro operativo aereo unificato (Coau) del Dipartimento.

Le altre vittime

Lo scorso 11 agosto c’erano state due vittime calabre in un giorno solo. Il primo era Mario Zavaglia, 76 anni, morto nella sua casa rurale, dove si era riparato, per via delle delle fiamme che ne avrebbero hanno causato il crollo. Il secondo era Nicola Fortugno, 79 anni.

Zavaglia pensionato, era tornato recentemente in Calabria con alcuni componenti della sua famiglia da Milano, dove si era trasferito in precedenza, e si recava ad accudire il proprio orto in contrada Scaletta. A ritrovare il corpo è stato uno dei figli di Zavaglia, che lo è andato a cercare poiché il genitore non rincasava né rispondeva al cellulare. Prima di loro, avevano perso la vita a San Lorenzo zia e nipote lo scorso 6 agosto. Le due donne, di 53 anni e di 34, sono state investite dalle fiamme mentre tentavano di evitare che l’incendio raggiungesse un uliveto di loro proprietà.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.