Il Getafe non va a Milano, salta anche Siviglia-Roma

L'emergenza Covid-19 a gamba tesa sulla competizione continentale. Si attende una decisione Uefa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:06

Lo stop al campionato di Serie A decretato dal governo in merito all’emergenza coronavirus, ha inevitabilmente portato qualche riflesso in ambito europeo. Dopo l’interruzione alle manifestazioni sportive nazionali, restava da capire quale sarebbe stata la reazione delle avversarie europee delle italiane, con particolare riferimento all’Europa League. Detto fatto: il Getafe, atteso per domani sera a Milano per il match degli ottavi di finale (a porte chiuse) con l’Inter, ha già fatto sapere che non sbarcherà in Italia, invitando la Uefa a valutare il rinvio della partita e la ripetizione in campo neutro. Dopo qualche giorno di dubbio, la conferma ufficiale è arrivata dalle colonne della Gazzetta dello Sport da parte del presidente Angel Torres: “Non ci sarà nessuna partita, noi a Milano non andiamo”.

Posizioni definitive

Una fase di stallo preoccupante, sulla quale è attesa la decisione della Uefa. Federazione peraltro già in trattativa con il Siviglia per convincere gli andalusi a venire all’Olimpico il prossimo 19 marzo, giocare a porte chiuse e ripartire subito dopo il fischio finale. Niente di tutto questo, visto che la partita è stata rinviata dopo l’acuirsi dell’emergenza Covid, diventato pandemia. Situazione che dà di fatto ragione ai getafensi. Preso atto della disponibilità zero a volare a Milano, fin dal principio non c’erano stati spiragli di sorta, vista la chiusura categorica del presidente Torres: “Il Governo proibisce l’arrivo di aerei dall’Italia, il Governo italiano ha sospeso la Serie A e io mi devo buttare nel fuoco?”.

Stallo Uefa

Inevitabile che la palla definitiva passerà alla Uefa, a lungo silente sulla questione ma alle prese con una richiesta corale delle Associazioni calciatori di Italia e Spagna di mettere un fermo alle competizioni calcistiche. In un momento in cui, peraltro, anche la Premier League inglese ha deciso di rallentare con le partite (rinviato il match fra Manchester City e Arsenal). D’altronde, stallo Uefa o no, alla Gazzetta il presidente Torres è stato chiaro anche su questo: “Immagino che stiano cercando delle soluzioni, che non son facili, ma io non sono la Uefa. Non possono mandarci in una zona di massimo rischio“. Alla Federazione l’ardua sentenza: l’ipotesi è che gli ottavi di Europa League Getafe-Inter e Siviglia-Roma possano giocarsi in un unico match, a porte chiuse.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.