Guerra in Ucraina: oggi a Istanbul incontro sul grano

Ucraina, procura generale: 349 bambini uccisi da inizio guerra. Ue: indagini su 21mila possibili crimini guerra

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:00
Ucraina

La guerra in Ucraina è giunta al suo 140esimo giorno. Delegazioni militari di Turchia, Russia e Ucraina si incontrano oggi a Istanbul con una delegazione delle Nazioni Unite per discutere delle esportazioni in sicurezza del grano ucraino. Lo ha indicato il ministro della Difesa turco, Hulusi Akar.

Ucraina, procura generale: 349 bambini uccisi da inizio guerra

L’ufficio del procuratore generale dell’Ucraina ha riferito che, dall’inizio dell’invasione russa, sono stati uccisi 349 bambini e 652 sono rimasti feriti. Lo riportano i media ucraini. Martedì un bambino di 2 anni e un ragazzo di 17 anni sono stati feriti nella città di Seversk, nella regione di Donetsk, a seguito di bombardamenti. Il bambino di 2 anni è in gravi condizioni.

Ue indaga su 21mila possibili crimini guerra

“Al momento vengono indagati oltre 21mila possibili crimini di guerra in Ucraina”. Lo ha detto Didier Reynders, Commissario europeo per la Giustizia, al termine del consiglio informale di Praga. “Quattordici stati membri dell’Ue stanno conducendo indagini in modo indipendente mentre Polonia, Lituania, Ucraina, Lettonia, Estonia, Slovacchia sono parte di un team d’indagine comune, con al loro fianco Eurojust, la Corte Penale Internazionale dell’Aja e gli Usa”, ha aggiunto Reynders.

Distretto di Nikopol bombardato da truppe russe

Le truppe russe hanno bombardato il distretto di Nikopol – nell’oblast di Dnipropetrovs’k – due volte durante la notte. Lo ha scritto Valentin Reznichenko, capo dell’amministrazione regionale militare i Dnipropetrovsk su Telegram, come riferisce Ukrinform. “Oltre alla stessa Nikopol, altre due comunità sono state attaccate: Chervonogrigorivska e Myrivska. A Chervonogrigorivka, è stata colpita la linea elettrica. La stessa Chervonogrigorivka e altri due villaggi sono parzialmente privi di elettricità”, ha scritto ancora Reznichenko.

Pesanti bombardamenti russi nella notte a Bakhmut

L’esercito russo ha bombardato pesantemente anche la città orientale di Bakhmut, nella regione di Donetsk, secondo quanto riferisce il rapporto della mattina dello Stato maggiore ucraino citato da Unian. “In direzione di Bakhmut, i russi hanno bombardato i distretti di Berestovo, Bilogorivka, Soledar, Pokrovsky, Bakhmut, Opytny, Veselaya Dolyna, Vershina, Travnevo, Kodem, Toretsk e Shumy. Hanno lanciato missili e attacchi aerei su Toretsk e Raisky e Berestovo”, afferma il report.

Ucraina: esercito Kiev respinge assalto russo a Sloviansk

L’esercito ucraino ha respinto un assalto russo contro gli insediamenti di Dovhenke e Dolyna, in direzione di Sloviansk, sempre nella regione di Donetsk. Lo ha reso noto lo Stato Maggiore ucraino riportato da Ukrinform. Sempre nell’Est del Paese l’esercito della Federazione ha bombardato la città di Kharkiv e gli insediamenti di Sosnivka, Dementiivka, Mykilske, Ruski Tyshky, Cherkaski Tyshky, Pytomnyk, Slatyne, Prudianka, Nove, Ivanivka e Zalyman utilizzando cannoni e razzi.

La conquista di Slovyansk e di Kramatorsk sono l’obiettivo attuale di Putin

La Russia probabilmente riuscirà a conquistare diverse piccole città del Donbass nella prossima settimana, tra cui Siversk e Dolyna, ma le aree urbane di Slovyansk e Kramatorsk rimarranno gli obiettivi principali per questa fase dell’operazione. Lo afferma l’intelligence del Ministero della Difesa britannico nel suo report quotidiano postato su Twitter.

Secondo l’intelligence britannica, la Russia continua anche a cercare di minare la legittimità dello Stato ucraino e consolidare il controllo amministrativo sulle parti occupate del Paese, “questo ha incluso un’iniziativa per gemellare città e regioni russe e ucraine per sviluppare amministrazioni postbelliche e un decreto per rendere più facile per gli ucraini ottenere la cittadinanza russa”.

Il sentimento anti-russo nell’Ucraina occupata – afferma il report – sta portando a prendere di mira funzionari russi e filo-russi. L’amministrazione russa di Velykyy Burluk ha riconosciuto che uno dei suoi sindaci è stato ucciso l’11 luglio 2022 da un’autobomba. È probabile che gli attacchi ai funzionari si intensifichino.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.