Tragedia Mottarone: domani Eitan lascia Rianimazione

Sciolta la prognosi, le sue condizioni in costante miglioramento. I detenuti della Casa circondariale di Treviso lanciano una raccolta fondi, Il Garante per l'infanzia e l'adolescenza: "Evitare sovraesposizione, spettacolarizzazione e strumentalizzazione"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:21

Le condizioni di Eitan, il piccolo sopravvissuto della tragedia alla funivia del Mottarone, sono in significativo miglioramento e questa sera la prognosi è stata sciolta, scrive LaPresse. Lo rende noto la Città della Salute di Torino. Il bambino, ricoverato al Regina Margherita del capoluogo piemontese, è in costante miglioramento sia dal punto di vista del trauma toracico sia dal punto di vista del trauma addominale. Nella giornata di domani uscirà dalla Rianimazione e sarà trasferito in un reparto di degenza. Eitan ha sempre accanto a sé la zia.

Il Garante dell’infanzia e dell’adolescenza

“La vicenda del bambino di 5 anni unico sopravvissuto alla tragedia della funivia Stresa-Alpino-Mottarone ha destato grande commozione. Bisogna però evitare che l’attenzione da parte di organi di stampa, radio e tv, nelle trasmissioni di informazione e intrattenimento, finisca per divenire, in nome di un sentimento pietoso, una forma di sfruttamento“. A lanciare il monito è l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, Carla Garlatti, riporta Ansa. “Quando capitano tragedie come queste non vanno alimentati fenomeni di sovraesposizione, spettacolarizzazione e strumentalizzazione, nel rispetto dei principi di essenzialità e continenza“.

Raccolta fondi

I detenuti della casa circondariale di Treviso hanno avviato una raccolta fondi da destinare al piccolo Eitan. Lo rende noto la Direzione del carcere di Santa Bona, che ha voluto favorire la realizzazione dell’iniziativa, unendosi alla catena umanitaria italiana e israeliana, scrive Ansa. “Una tragedia simile non può non colpire l’animo di tutti noi, e il pensiero va alle famiglie delle vittime”, così in una nota.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.