Ecco che cos’è il progetto Scan

Un procedimento alternativo per risolvere le crisi transfrontaliere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:40
volontariato

Il progetto SCAN (Small Claims Analysis Net) co-finanziato dal Programma Giustizia dell’Unione Europea, ha come principale obiettivo l’implementazione e la divulgazione della European Small Claims Procedure, istituita con il Regolamento (CE) 861/2007 e successivamente modificata con il Regolamento (UE) 2015/2421. Questa procedura è un procedimento alternativo a quello ordinario previsto dal nostro codice di procedura civile, per la risoluzione di liti transfrontaliere. Si tratta di controversie in cui le parti risiedono in Stati Membri diversi ed il cui valore non superi 5.000,00 euro. La portata applicativa della procedura è molto vasta. Basti pensare alle controversie tra cittadini italiani e compagnie aeree straniere per i ritardi o le cancellazioni di voli; o alle liti per acquisti on line in cui il venditore sia residente in altro paese dell’UE. La procedura è celere e semplice, e può essere avviata senza l’ausilio di un avvocato attraverso la compilazione di FORM on line rinvenibili sul portale web www.e-justice.europa.eu.  Per migliorare l’accessibilità e la fruibilità della procedura, il progetto SCAN ha predisposto delle linee guida operative per autorità e utenti, nonché linee guida per la Commissione EU. Il Progetto SCAN sta lavorando alla predisposizione di una piattaforma dedicata (Piattaforma ESCP) grazie alla quale sarà possibile procedere facilmente alla corretta compilazione dei Form predisposti per la risoluzione delle controversie di modesta entità.

The European Small Claims Procedure

The SCAN (Small Claims Analysis Net) project co-financed by the Justice Program of the European Union, has as its main aim the implementation and dissemination of the European Small Claims Procedure, established with Regulation (EC) 861/2007 and subsequently amended with the Regulation (EU) 2015/2421. This procedure is an alternative procedure to the ordinary one provided by our code of civil procedure, for the resolution of cross-border disputes. These are disputes in which the parties reside in different Member States and whose value does not exceed 5,000.00 euros. The application scope of the procedure is very broad. Just think of the disputes between Italian citizens and foreign airlines for flight delays or cancellations; or to disputes for online purchases in which the seller is resident in another EU country. The procedure is quick and simple, and can be started without the help of a lawyer by filling in the online FORM found on the web portal www.e-justice.europa.eu. To improve the accessibility and usability of the procedure, the Scan project has prepared operational guidelines for authorities and users, as well as guidelines for the EU Commission. The SCAN Project is focusing on the preparation of a dedicated platform (ESCP Platform) and thanks to it, it will be possible to easily proceed with the correct compilation of the Forms prepared for the resolution of small claims.

“The content of this article represents the views of the author only and is her responsobility. The European Commission does not accept any responsibility for the use that may be made of the information it contains”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.