“Donne Crocifisse”: il 30 giugno la presentazione live su Zoom

L'evento è organizzato dall''Ass. UCID (Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti) e patrocinata dall'Assessorato Pari Opportunità del Comune di S. Benedetto del Tronto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:17

Qualsiasi forma di prostituzione è una riduzione in schiavitù, un atto criminale, un vizio schifoso che confonde il fare l’amore con lo sfogare i propri istinti torturando una donna inerme. Sono felice di poter far conoscere l’opera preziosa e coraggiosa di soccorso e riabilitazione che l’autore di questo libro, don Aldo Buonaiuto, svolge da tanti anni, seguendo il carisma di don Oreste Benzi”. Sono le parole di Papa Francesco scritte nella prefazione del libro “Donne Crocifisse. La vergogna della tratta raccontata dalla strada” (Rubettino), scritto da don Aldo Buonaiuto, sacerdote della Comunità Papa Giovanni XXIII, da anni impegnato nella lotta contro la prostituzione schiavizzata e lo tratta di esseri umani.

L’appuntamento

Martedì 30 giugno, alle ore 17.00, tramite un collegamento live sulla piattaforma Zoom, don Aldo Buonaiuto presenterà il suo libro. Un’iniziativa organizzata dall’Ass. UCID (Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti) e patrocinata dall’Assessorato Pari Opportunità del Comune di S. Benedetto del Tronto. Relatore: Don Aldo Buonaiuto, autore del libro. Saluti: Pasqualino Piunti, Sindaco di San Benedetto del Tronto e Monsignor Carlo Bresciani, vescovo diocesi di San Benedetto del Tronto. Introduce: Guido Castelli, presidente provinciale UCID. Modera: Antonella Baiocchi, Assessore alle Pari Opportunità del comune di San Benedetto del Tronto.

Come seguire la diretta

Per partecipare alla diretta della conferenza dalla piattaforma Zoom basterà cliccare (non è necessaria nessuna registrazione) a questo link: https://us02web.zoom.us/j/85132826537?pwd=QlZhRG5wK1laOVpOUUZKWWQ0SWVidz09.

Sarà possibile seguire la diretta anche sulla pagina Facebook “Città di San Benedetto del Tronto”.

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI: WWW.DONNECROCIFISSE.IT

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.