Dl Ucraina: Senato dà via libera definitivo al provvedimento

L'Aula del Senato conferma la fiducia al Governo sul decreto Ucraina con 214 voti favorevoli, 35 contrari e nessun astenuti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:44
Il Senato della Repubblica

L’Aula del Senato conferma la fiducia al Governo sul decreto Ucraina con 214 voti favorevoli, 35 contrari e nessun astenuti. Il provvedimento è approvato in via definitiva.

Il quibus spese militari

Il governo aveva messo in salvo il decreto Ucraina ieri sera, dopo una accesa querelle sull’aumento delle spese militari al 2% del Pil. Il punto di svolta, scrive Rai News, sono state le parole del ministro della difesa, Lorenzo Guerini, che – pur confermando “l’impegno assunto in sede Nato nel 2014 che prevedeva il raggiungimento del 2% del Pil” – ha specificato il ministro Dem che può essere assunto con “gradualità”, consentendo di “raggiungere la media di spesa dei Paesi dell’Unione Europea aderenti alla Nato e poi, entro il 2028, il raggiungimento dell’obiettivo del 2%”.

Draghi: “Su spese militari Ue superi decisioni nazionali”

Sul tema spesa militare è intervenuto stamattina il premier Mario Draghi. “Occorre superare l’attuale sistema legato alle decisioni nazionali e se siamo seri. Occorre procedere “subito un coordinamento sulla difesa: chi spende, quanto spende. Bisogna chiedere alla Commissione di partire da lì, altrimenti non siamo seri e non ne parliamo più. Non bisogna prenderlo alla leggera”, ha detto il premier stamani incontrando l’Associazione dei giornalisti della stampa estera.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.