De Luca sul covid: “Siamo nel pieno dell’epidemia, se la curva continua a salire chiuderemo tutto”

In Campania oggi si registrano 253 positivi al coronavirus.

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:40
Fonte: ANSA

Vincenzo De Luca, il governatore della Regione Campania, in diretta su Facebook,  ha ribadito l’appello a comportamenti corretti specie con l’uso delle mascherine, reso obbligatorio anche all’aperto: Oggi abbiamo in Campania 253 positivi ai tamponi. Siamo in una situazione di piena epidemia, la seconda ondata di cui parlavamo è già in atto. Siamo in una fase delicata, nei prossimi giorni se non avremo dati tranquillizzanti ripercorreremo senza esitazione quanto già fatto per fermare movida, luoghi di ritrovo, discoteche. Siamo nel pieno dell’epidemia, se la curva continua a salire chiuderemo tutto. Se l’alternativa è tra avere morti in strada o fare una allegra passeggiata, non ci sarà alcun dubbio”.

L’obiettivo della Campania

De Luca ha precisato che: “Oggi abbiamo 14.255 positivi, la previsione degli epidemiologi da qui al 21 ottobre è di un incremento di 5000 contagi.”

Ha, poi, spiegato che: “Oggi abbiamo 371 persone ricoverate per ricoveri ordinari su 552 posti letto per pazienti covid disponibili. Possiamo arrivare in tempi brevissimi a 940 posti letto per ricoveri covid non in terapia intensiva. Vista la previsione di 5000 positivi dobbiamo calcolare il 10% di ricoveri. La situazione di ottobre sarà delicata e sarà importante garantire un posto letto per un paziente covid non grave”.

La preoccupazione per le famiglie

Il governatore ha affermato che : “Dobbiamo fare oggi uno sforzo straordinario altrimenti avremo momenti davvero difficili per le nostre famiglie. Solo con comportamenti responsabili non avremo ripercussioni sulle attività economiche”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.