Covid: 150 milioni di contagi nel mondo. Nuovo record negativo in India

Ha superato oggi quota 150 milioni il numero di contagi da Covid-19 nel mondo. Arrivati in India i primi aiuti sanitari dall'Usa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:41

Ha superato oggi quota 150 milioni il numero di contagi da Covid-19 registrati ufficialmente in tutto il mondo dall’inizio della pandemia. Secondo i dati dell’università americana Johns Hopkins, sono esattamente 15.503.783. I guariti sono stati oltre 87 milioni. I morti più di 3 milioni (3.165.978).

Il Covid nel mondo

Il Paese più colpito in termini assoluti dal nuovo coronavirus restano gli Stati Uniti, con 575 mila decessi su 32 milioni di casi. Seguono il Brasile con 401 mila morti su 14,6 milioni di contagi e l’India con quasi 205 mila decessi su 18,4 milioni di casi. Il Messico riporta ben 216 mila morti nonostante abbia “soltanto” 2,34 milioni di contagi, risultando così il terzo Stato per numero di decessi, dopo Usa e Brasile.

L’Italia è ottava per numero di contagi, poco sopra i 4 milioni, dopo Usa, Brasile, India, Francia, Turchia, Russia e Gran Bretagna e sempre sesta per numero di morti (120.544), dopo Usa, Brasile, Messico, India e Gran Bretagna.

L’India aggiorna il record con 386 mila nuovi casi

L’India ha aggiornato il record di contagi di Covid-19 accertati nelle ultime 24 ore con 386.452 nuovi casi. In una settimana, i nuovi casi sono stati più di due milioni e mezzo. Ci sono anche altri 3.498 morti, con un totale dall’inizio della pandemia che sfiora i 210 mila decessi. L’India stra attraversando un momento tragico dovuto alla

Arrivati in India i primi aiuti sanitari dall’Usa

Le prime spedizioni di aiuti medici statunitensi sono arrivate oggi in India, alle prese con una pesante ondata di contagi da Covid-19. Un aereo militare che trasportava più di 400 bombole di ossigeno, attrezzature per ospedali e un milione di test per il coronavirus è atterrato all’aeroporto internazionale della capitale indiana New Delhi.

Morto il noto avvocato dei poveri

Soli Jehangir Sorabjee, ex avvocato ed ex procuratore generale dell’India è morto venerdì mattina dopo essere stato infettato da Covid-19. Il noto giurista, spesso a fianco dei più poveri, è deceduto all’età di 91 anni dopo essere stato ricoverato in un ospedale privato a Delhi sud per il trattamento dell’infezione, che però non gli ha dato scampo. Il presidente dell’India, Ram Nath Kovind, e il premier Modi hanno twittato un messaggio di cordoglio.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.