Covid: 179.106 positivi, 373 vittime

Brusaferro: rallenta lievemente la curva dei contagi. Rezza: serve prudenza e completare il ciclo vaccinale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:24

Il Ministero della Salute ha diffuso il bollettino quotidiano che mostra l’andamento della situazione epidemiologica causata dal Coronavirus in Italia. Nelle ultime 24 ore sono stati riscontrati 179.106 nuovi contagi da Covid; ieri erano 188.797. Le vittime sono 373, in diminuzione rispetto alle ultime 24 ore quando erano state 385.

I dati

Sono 2.695.703 gli attualmente positivi al Covid in Italia, con un incremento di 13.662 nelle ultime 24 ore. Dall’inizio della pandemia i casi totali sono 9.603.856 mentre i morti sono 142.963. I dimessi e i guariti sono invece 6.765.190, con un incremento di 171.565 rispetto a ieri. Sono 1.117.553 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.110.266. Il tasso di positività è al 16%, in lieve calo rispetto al 17% di ieri. Sono 1.707 i pazienti in terapia intensiva, 9 in più nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 148. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 19.485, ovvero 174 in meno rispetto a ieri.

Brusaferro: la crescita rallenta

Vediamo un inizio di stabilizzazione della curva ed un rallentamento dell’indice Rt rispetto alle settimane precedenti, pur nella difficoltà che le regioni hanno nel caricamento tempestivo dei dati legata al numero elevato di nuovi casi. Le curve mostrano comunque una crescita epidemica in rallentamento“. Così il presidente dell’Istituto superiore di sanità (Iss), Silvio Brusaferro, in un video di commento al monitoraggio settimanale Iss-ministero Salute.

Rezza: servono prudenza e vaccini

“Data l’estrema diffusione e soprattutto la grande contagiosità della variante Omicron che è ormai largamente dominante nel nostro paese è bene continuare ad avere dei comportamenti ispirati alla prudenza e soprattutto completare il ciclo vaccinale con una dose di richiamo anche per evitare la congestione delle strutture ospedaliere”. Lo ha detto il direttore della prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza nel video che accompagna il monitoraggio settimanale sui casi Covid.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.