Il sindaco dimissionario di Foggia arrestato per corruzione e concussione

Raggiunte da misure cautelari altre quattro persone, tra cui la moglie del sindaco dimissionario, una dipendente comunale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:17
La sede del Comune di Foggia

Il sindaco dimissionario di Foggia Franco Landella (Lega) è stato arrestato e messo ai domiciliari dagli agenti della squadra mobile con le accuse di corruzione e tentata concussione. Nell’ambito della stessa inchiesta sono state raggiunte da misure cautelari altre quattro persone, tra cui la moglie di Landella Daniela di Donna, dipendente comunale, che è stata interdetta dai pubblici uffici.

I soggetti coinvolti

Squadra mobile, Digos di Foggia e Servizio Centrale Operativo, a seguito di attività investigativa condotta dalla Procura di Foggia, hanno dato esecuzione ad una ordinanza applicativa di misure cautelari personali nei confronti, oltre che del sindaco di Foggia e di sua moglie, anche dei consiglieri comunali Antonio Capotosto e Dario Iacovangelo nonché di un imprenditore edile Paolo Tonti, tutti ritenuti responsabili del reato di corruzione.

Il sindaco dimissionario di Foggia Franco Landella

Inoltre, Landella è ritenuto responsabile anche del reato di tentata concussione nei riguardi di un altro imprenditore operante nel settore della pubblica illuminazione.

Per tutti è prevista l’applicazione degli arresti domiciliari, salvo che per Di Donna per la quale è stata disposta la sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio. Nell’inchiesta è coinvolto – scrive Immediato.net – anche l’ex presidente del Consiglio Comunale Leonardo Iaccarino.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.