Coronavirus, Totti è guarito: “Il Covid si può battere”

L'ex capitano della Roma lo annuncia su Instagram: "Quindici lunghi giorni, grazie a chi mi è stato vicino. Si può vincere rispettando le indicazioni"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:34

Una sfida difficile, probabilmente la peggiore non della sua carriera ma della sua vita. Francesco Totti è guarito dal coronavirus, piombato nella sua quotidianità solo qualche giorno dopo la morte di suo padre Enzo. Una doppia prova che ha richiesto all’ex capitano della Roma la stessa tenacia che per venticinque anni ha messo sul campo da gioco. Con la consapevolezza di come le sfide della vita richiedano uno sforzo ulteriore, per proteggere sé stessi e chi si ama. E la sua guarigione la annuncia in un post su Instagram: “Come avete saputo in queste ultime settimane non sono stato bene. Ora mi sono ripreso e posso dirvi con un certo sollievo che ho avuto il Covid e non è stata una passeggiata: febbre che non scendeva, saturazione dell’ossigeno bassa e le forze che se ne andavano”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Francesco Totti (@francescototti)

Il messaggio di Totti

L’ex numero 10 della Roma, risultato positivo il 2 novembre scorso, ha trascorso la quarantena nella sua casa dell’Eur, fra la preoccupazione per la diagnosi del Covid-19 e quella per le sue condizioni fisiche, per nulla ottimali. “La diagnosi è stata un colpo al cuore – scrive Totti -. Polmonite bilaterale per infezione da Sars Cov 2! Vista la tempestività della diagnosi sono riuscito a curarmi da casa, 15 lunghi giorni ma adesso che tutto è passato voglio ringraziare coloro che mi sono stati più vicini e quindi un grazie speciale al Prof. Alberto Zangrillo alla Prof. Monica Rocco e Silvia Angeletti”. E approfitta per lanciare un messaggio a chi combatte contro l’infezione e anche a chi cerca di difendersi seguendo le regole. “Il Covid si può battere con le giuste precauzioni e indicazioni”.

Dzeko ancora positivo

La notizia della guarigione di Totti arriva nelle stesse ore in cui, per restare in casa Roma, è risultato per la terza volta positivo il tampone dell’attuale capitano giallorosso, Edin Dzeko. Il bomber bosniaco, che ha già saltato il match contro il Genoa e gli impegni della sua nazionale (fra cui il match di Sarajevo contro l’Italia), salterà anche la sfida di domenica contro il Parma. Così come il difensore albanese Marash Kumbulla, ancora in isolamento domiciliare. In Serie A, si sono registrate in giornata le positività del difensore del Cagliari, Diego Godin, e del numero 33 del Napoli, Amir Rrahmani.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.