Coronavirus, il bilancio mondiale: stabiliti due nuovi record

Trump è una "minaccia alla sicurezza nazionale". E' l'accusa lanciata dall'ex agente dell'Fbi Peter Strzok nel suo libro 'Compromised'

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:20
New York

La pandemia di coronavirus a livello globale ha purtroppo stabilito due nuovi record: il numero dei casi e quello dei decessi.

Il bilancio della pandemia ha superato la soglia dei 27 milioni di contagi e – al contempo – anche quella degli 880 mila decessi. Lo rivelano i dati dell’università americana Johns Hopkins. Inoltre, l’India ha superato il Brasile per numero di contagi, salendo così al secondo posto della classifica mondiale.

Nello specifico, i casi ufficialmente registrati di Covid-19 nel mondo sono circa 27.004.000, mentre le morti sono state oltre 882.000.

Il coronavirus nel mondo

Il Paese al mondo più colpito restano gli Stati Uniti, con almeno 6,27 milioni di contagi e quasi 189 mila decessi. Segue il Brasile, con 4,13 milioni di casi e 126.650 morti. In rapida ascesa l’India, che conta oltre 4,1 milioni di contagi accertati e 70.630 vittime.

Gli Usa hanno 188.941 morti ad oggi. Lo Stato di New York è il più colpito, con quasi 33mila decessi (32.987). Da sol, questo Stato si piazzerebbe così al settimo posto della classifica mondiale per numero di morti, superato solo da: Usa, Brasile, India, Italia, Messico e Gran Bretagna. Segue a grande distanza il New Jersey, con 15.989. Terza, la California con 13.731 decessi.

Usa: libro ex agente Fbi denuncia, Trump minaccia sicurezza

Donald Trump è una “minaccia alla sicurezza nazionale: non è patriottico, è l’opposto”. E’ l’accusa lanciata dall’ex agente dell’Fbi Peter Strzok nel suo libro ‘Compromised’, in uscita nei prossimi giorni. Strzok è stato uno degli agenti al centro delle indagini sul server di Hillary Clinton e sui legami della campagna di Trump con la Russia.

Legami che hanno spinto a ipotizzare che il tycoon fosse una delle operazioni meglio riuscite nella storia di spionaggio, che fosse un “candidato manciuriano“, vale a dire filo-russo.

L’india seconda

L‘India supera il Brasile e diventa così il secondo Paese dopo gli Stati Uniti con più casi di contagio da coronavirus al mondo, sempre secondo i dati dell’università americana Johns Hopkins. I casi ufficialmente registrati di Covid-19 nel Paese – che conta oltre un miliardo di abitanti – sono arrivati oggi ad oltre 4,2 milioni.

Il Brasile ne conta più dì 4,1 milioni, mentre gli Usa sono quasi a 6,3 milioni. Il numero di decessi in India legati al coronavirus è di 71.640, contro i 126.650 del Brasile e i 189 mila degli Stati Uniti. Si temono però cifre reali molto più alte in India, considerando la povertà diffusa e l’impossibilità per molti di accedere ai tamponi e alle cure in ospedale.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.