Coronavirus, il gesto di solidarietà del Comune di Assago

Un fondo di solidarietà messo a disposizione dei cittadini, delle famiglie, dei commercianti, delle piccole e medie imprese, colpiti economicamente dal Coronavirus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:32

Il Comune di Assago, il cui Sindaco è Lara Carano, che è alla sua guida dopo Graziano Musella, ora Onorevole, ha deciso di stanziare, attraverso il proprio fondo di solidarietà, oltre 1 milione di euro a fondo perduto a favore dei cittadini, delle famiglie, dei commercianti, delle piccole e medie imprese in esso residenti o in esso operanti. E’ una somma rilevante messa a disposizione per sostenere chi è stato gravemente colpito a livello economico dalla pandemia da Covid-19.

Tutte le categorie sociali saranno sostenute economicamente mediante tale fondo, che è integrativo dei soldi che il Governo centrale ha fatto in parte avere e che farà avere mediante i famosi decreti e che, a detta dell’ex Sindaco, ora Onorevole Graziano Musella, nonché attuale segretario comunale, il Comune di Assago sarà più veloce nell’erogarli ai destinatari, facendo a meno delle annose pastoie burocratiche.

“Il Governo centrale si sta dimostrando lento nell’erogazione dei soldi: avrebbe dovuto affidare ai Comuni la gestione del controllo e della stessa erogazione in quanto essi sono piccoli governi locali i quali conoscono la reale situazione dei propri cittadini, evitando la gestione centrale, da Roma, che inevitabilmente è stata compromessa dalla burocrazia” – ha dichiarato l’Onorevole Musella, il quale è stato Sindaco di Assago per 6 mandati e non è nuovo ad opere di solidarietà e di aiuto verso i propri cittadini, già concretizzatesi con l’abolizione dell’Imu sulla prima casa e dell’addizionale Irpef, nonché l’aiuto ad altri Comuni, tra cui Taranto nel 2013 per la crisi dell’Ilva e per Benevento nel 2015, colpita dall’alluvione, ciò in virtù della cooperazione tra Enti e cittadini, che egli ritiene motore di sviluppo socio-economico. Assago si qualifica, in tal modo, come un Comune pronto ad intervenire dove lo Stato si è dimostrato assente.

Pertanto, al fine di contribuire fattivamente all’impegno di riparare i danni creati dalla pandemia da Covid-19, ecco che il Comune di Assago stanzia 1 milione di euro, esattamente 1.006.515, per aiutare anche quelle categorie sociali che non rientrano tra i beneficiari dei provvedimenti previsti dai vari decreti del Governo. Occorre ricordare che ad Assago pochi sono stati i casi di positività. Difatti, in esso, si registra il contagio più basso rispetto a tutti gli altri Comuni del Sud Ovest di Milano.

La Residenza per Anziani Pontirolo non ha riscontrato nessun contagio: ciò in virtù di un’attenta gestione della pandemia e delle misure mirate a salvaguardare i soggetti più deboli in adesione a sani e profondi principi umanitari che definiscono la centralità della persona. Assago è, senza dubbio, un modello da seguire in quanto riserva grande attenzione agli anziani: gli over 70 non dovranno sostenere nessun costo per il tampone o test sierologico, mentre i restanti cittadini pagheranno solo il 50 per cento in quanto l’Ente ha destinato 200 mila euro per gli interventi di carattere sanitario.

Ciò testimonia, in modo incontrovertibile, l’importanza attribuita alla salvaguardia reale, concreta, al di là delle parole, della salute dei propri cittadini da parte del Comune di Assago. Per tale motivazione possiamo affermare che Assago è stato e continua ad essere, senza dubbio, un Comune solidale perché si occupa realmente dei propri cittadini, in un momento difficile e profondamente doloroso.

Difatti, per coloro che non sono riusciti a pagare l’affitto delle case private il Comune ha messo a disposizioni 50 mila euro e, per coloro che hanno perso il lavoro o è stato ridotto l’orario lavorativo sono stati stanziati 120 mila euro.Il Comune di Assago ha anche stanziato e, pertanto, erogato buoni spesa e contributi per i giovani, per l’infanzia e per gli studenti.

“Abbiamo voluto continuare ad operare seguendo la scia umanitaria e solidale dell’amministrazione precedente – ha dichiarato il Sindaco Lara Carano – e, pertanto, abbiamo adottato azioni guidate dal principio di solidarietà, di sussidiarietà e di cooperazione, a cui il Comune di Assago si è uniformato già nelle precedenti amministrazioni, in quanto ritenuto principio fondamentale ed inderogabile per dar corso ad una sana amministrazione della vita dei nostri cittadini. Il nostro Comune si è dimostrato molto premuroso e solerte nell’affrontare l’emergenza sanitaria ed economica dando ascolto alla cittadinanza. Un particolare ringraziamento rivolgiamo a tutti i dipendenti comunali, alle Forze dell’Ordine e a tutti i volontari che, con vigore e grande amore, hanno collaborato attivamente nell’offrire l’adeguato supporto in questa fase emergenziale, generata dall’epidemia da coronavirus”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.