Attualità

Consiglio UE: “In aumento le violenze sui minori in zone di guerra”

Il Consiglio dell’Unione Europea ha aggiornato le linee guida su bambini e conflitti armati, originariamente adottate nel 2003 e già riviste nel 2008, per migliorare la protezione dei diritti dei bambini nelle nuove zone di conflitto. Il Consiglio UE è fortemente preoccupato per l’aumento delle violazioni dei diritti dei bambini aggravate dall’aumento del numero di guerre, a partire dall’Ucraina.

Consiglio Ue: “Linee guida su bambini e conflitti armati”

“Il Consiglio è seriamente preoccupato per l’aumento delle violazioni dei diritti dei bambini nel contesto dei conflitti armati, esacerbate dalla proliferazione delle guerre, compresa la guerra di aggressione della Russia contro l’Ucraina e la deportazione illegale e il trasferimento forzato di bambini ucraini”. Così dice una nota del Consiglio Ue che oggi annuncia l’adozione dell’aggiornamento delle “linee guida su bambini e conflitti armati”. Adottate nel 2003 e poi aggiornate già nel 2008, intendono ora “rafforzare il contributo dell’Ue al rispetto, alla protezione e all’adempimento dei diritti dei bambini nei conflitti armati e in altre situazioni di violenza armata”.

I dati dell’ultimo rapporto annuale

Secondo i dati dell’ultimo rapporto annuale del segretario generale delle Nazioni Unite sui bambini e i conflitti armati, nel 2023 sono cresciute del 21% le gravi violazioni contro i bambini in situazioni di conflitto, con i numeri più alti registrati in Israele e nei Territori palestinesi occupati, in Congo, Myanmar, Somalia, Nigeria e Sudan. In quasi tutte le zone di conflitto del mondo, i bambini rappresentano circa la metà della popolazione colpita. Pesanti le ricadute sui più piccoli: violenza, lesioni e morte, reclutamento, sfollamento e sradicamento, interruzione dell’istruzione, mancanza di assistenza sanitaria e traumi fisici e mentali di lunga durata. Il Consiglio ha anche adottato uno strumento che aiuta a verificare che la protezione dei bambini colpiti da conflitti armati sia integrata nelle missioni e nelle operazioni della politica di sicurezza e di difesa comune e fornisce indicazioni per la pianificazione e lo svolgimento di attività in quei contesti.

Fonte: AgenSIR

redazione

Recent Posts

Mogadiscio, esplosione in un caffè: aumentano i morti

Nove morti, quattro in più rispetto all'ultimo bilancio. È salito ancora il conteggio delle vittime…

15 Luglio 2024

Pantarotto: “Un presidio per il futuro delle cooperative sociali”

"In Italia, ci sono circa 6.500 cooperative sociali che gestiscono case di riposo, RSA, assistenza…

15 Luglio 2024

Attentato a Trump, il Secret Service: “Agito rapidamente”

È stato più volte ringraziato, il team del Secret Service americano, per essere intervenuto tempestivamente…

15 Luglio 2024

Papa a 6 congregazioni: “Il futuro è in Asia, Africa e America”

Papa Francesco ha incontrato i partecipanti ai Capitoli Generali di alcune Congregazioni religiose, ponendo loro…

15 Luglio 2024

Sanità: tredici Regioni italiane promosse sui Lea

I dati del Nuovo Sistema di Garanzia, presentato dal ministero della Salute, ha rilevato la…

15 Luglio 2024

Bce: cresce la disponibilità di finanziamenti per le imprese

Un sondaggio della Bce concernente l’accesso al credito bancario ha rilevato che, le aziende europee,…

15 Luglio 2024