Comunali: centrodestra verso la vittoria a Genova e L’Aquila, Lodi al centrosinistra

L'affluenza alle elezioni amministrative di ieri in Italia è stata del 54,72%, in calo del 5,4% rispetto alle scorse elezioni che era stata del 60,12%

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:00

L’affluenza alle elezioni amministrative di ieri in Italia è stata del 54,72%, secondo i dati definitivi relativi agli 818 comuni gestiti dal Viminale. Alle precedenti elezioni omologhe era stata del 60,12%.

Ieri, hanno votato il 5,4% in meno degli aventi diritto, 9 milioni di italiani chiamati a rinnovare le proprie amministrazioni comunali. In tutto 978 comuni, con 4 capoluoghi di Regione (Catanzaro, Palermo, Genova e L’Aquila) e 22 capoluoghi di Provincia (quattro dei quali, Barletta, Taranto, Messina e Viterbo, commissariati). A Palermo gli elettori si sono trovati costretti a tornare a casa per la mancanza di ben 50 presidenti di seggio.

Palermo

Anche se lo spoglio delle schede nei 600 seggi è ancora in corso, l’ex rettore Roberto Lagalla, sostenuto dal centrodestra, con circa il 48% al primo turno raccoglie il testimone di Leoluca Orlando. Staccato di circa dieci punti  il candidati di centrosinistra Franco Miceli. L’outsider Fabrizio Ferrandelli (Azione e +Europa) raggiunge quasi il 15%, il doppio dei pronostici della vigilia.

Genova

Il candidato del centrosinistra a Genova Ariel Dello Strologo è andato a Palazzo Tursi a fare di persona i complimenti al vincitore delle comunali Marco Bucci. I due si sono stretti la mano e guardati negli occhi a favore di telecamere. Poi Bucci, confermato con un risultato migliore di cinque anni fa, ha ringraziato Dello Strologo per le parole dopo il risultato. Poco prima, Bucci in conferenza stampa si era detto pronto ad andare a guardare il programma del suo avversario per vedere se ci sono cose che si possono fare insieme.

L’Aquila

“Dedico la vittoria alla famiglia: sarò il sindaco di tutti, la campagna elettorale finisce qui. Ora è tempo di indossare la casacca neroverde e di mettere da parte quella di partito”. Il sindaco dell’Aquila Pierluigi Bondi, ricandidato per la coalizione di centrodestra, al primo turno le elezioni comunali dell’Aquila si conferma primo cittadino per i prossimi cinque anni. Secondo proiezioni e dati non ancora definitivi, Biondi si attesta intorno al 54%, Americo Di Benedetto al 24 (Legnini presidente), Stefania Pezzopane (Pd) al 22.

Lodi

Al primo turno Andrea Furegato, 25 anni, batte la sindaca uscente Sara Casanova con il 55% dei consensi. “E’ un attestato di fiducia per certi versi inaspettato, sarò il sindaco di tutti”, promette il neoprimo cittadino, impiegato bancario e cintura nera di judo. “C’è poco da dire se non prendere atto dello scrutinio”, si limita a dire la prima cittadina uscente Sara Casanova, che già a metà pomeriggio ha chiamato l’avversario per congratularsi con lui. Con lo scrutinio ancora in corso, una decina i punti di distacco.

Verona

L’ex centrocampista della Roma e della Nazionale ed ex presidente dell’Assocalciatori Damiano Tommasi candidato per il centrosinistra, si presenterà al ballottaggio dopo aver ottenuto il 40% delle preferenze al primo turno alle elezioni comunali. Il sindaco uscente Federico Sboarina, appoggiato da Giorgia Meloni e Matteo Salvini, raccoglie intorno al 32-32,5%. La coalizione civica dell’ex primo cittadino Flavio Tosi, appoggiata anche da Forza Italia, fermo al 23,7-23,8%.

Le tabelle delle affluenze

L’affluenza dei referendum sulla giustizia, che è stata sotto il 21%, il dato più basso di sempre, ha tuttavia risentito positivamente del traino delle elezioni comunali. Secondo un’analisi di Youtrend, escludendo i comuni in cui si è votato anche per le comunali, l’affluenza per i referendum è stata pari 14,7%. Un esempio concreto di questa analisi sono i risultati proprio di Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta dove non c’erano le comunali e l’affluenza è stata rispettivamente del 13% e del 16,5%.

L’affluenza nei Comuni principali:
FROSINONE 62,49 72,48
BARLETTA 62,37 62,20
L’AQUILA 59,33 64,50
VITERBO 58,95 62,69
RIETI 58,28 65,26
CATANZARO 57,71 65,90
MESSINA 52,37 55,57
GORIZIA 50,36 51,00
VERONA 49,66 55,16
ORISTANO 49,22 54,84
LODI 49,17 56,12
TARANTO 48,89 52,13
PIACENZA 48,13 53,21
ASTI 47,93 52,21
PISTOIA 47,45 55,15
CUNEO 45,95 54,48
PARMA 45,77 51,77
ALESSANDRIA 45,00 46,76
LUCCA 45,21 46,69
LA SPEZIA 44,98 55,35
BELLUNO 43,69 46,53
PADOVA 43,07 50,24
COMO 42,22 44,30
MONZA 42,16 46,80
PALERMO 38,94 41,85
GENOVA 38,07 44,14

L’affluenza in Italia e nelle Regioni:
ITALIA 20,94 54,73
VAL D’AOSTA 16,53
PIEMONTE 21,69 52,53
LOMBARDIA 21,28 50,19
TRENTINO A.A. 13,04
FRIULI V.G. 26,05 50,80
VENETO 26,86 51,44
LIGURIA 28,20 45,96
E. ROMAGNA 20,92 52,53
TOSCANA 19,57 52,24
MARCHE 20,72 55,09
UMBRIA 17,18 60,59
LAZIO 18,30 56,84
ABRUZZO 22,29 59,51
MOLISE 13,98 45,63
CAMPANIA 16,92 64,69
PUGLIA 21,37 61,27
CALABRIA 20,03 58,99
BASILICATA 16,77 57,01
SICILIA 23,32 51,30
SARDEGNA 14,50 56,37

Ultimo aggiornamento: 15:32

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.