Bus cade in un pozzo: 26 morti tra cui una bimba

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:57

Tragedia stradale in India, dove un autobus si è scontrato con un tuk-tuk, un pittoresco taxi a tre ruote tipo l'Ape della Piaggio molto in uso in India. Il bus è precipitando poi in un pozzo, largo e profondo oltre 8 metri. Lo schianto, avvenuto nel distretto di Nashik, nell’India occidentale, a 250 chilometri da Mumbai, è stato fatale per 26 persone, tra cui una bambina di 7 anni e l'autista del bus; altri 32 passeggeri sono rimasti feriti. I soccorritori hanno lavorato tutta la notte per estrarre i sopravvissuti e recuperare i corpi delle vittime, utilizzando una gru, mentre centinaia di curiosi si assiepavano sul luogo dell'incidente rendendo difficile l'intervento. “Trentadue feriti sono stati portati agli ospedali più vicini”, ha detto ai media il portavoce della protezione civile indiana Sachidanand Gawde.

Incidenti frequenti

L’India è uno dei paesi al mondo che contano il più alto numero di incidenti stradali mortali, con oltre 150mila perdite l'anno e 470.000 feriti in incidenti stradali dovuti alla pessima qualità delle strade, alla guida non sempre prudente e alle cattive condizioni meccaniche dei veicoli, spesso troppo vecchi per circolare su strada. Lo scorso 8 luglio 29 passeggeri sono morti (e 18 sono rimasti feriti) dopo che il bus in cui viaggiavano  si è ribaltato ed è caduto in un fossato sul lato della strada. Ancora da capire le cause dell'incidente, riconducibili probabilmente alla cattiva visibilità. Il mezzo stava percorrendo la superstrada Yamuna Expressway ed era vicino ad Agra, nello stato dell'Uttar Pradesh, nel Nord dell'India. L'autobus era diretto a Nuova Delhi dalla capitale statale Lucknow. L'incidente si è verificato in mattinata e la maggior parte dei passeggeri che viaggiavano sul bus stava dormendo al momento dello schianto. Il 28 aprile dello scorso anno, 10 persone erano morte e altre 26 ferite, alcune gravemente, a causa di un autobus precipitato in un burrone. L'incidente è avvenuto nei pressi del villaggio di Panchpulla nel distretto di Chamba, a circa 327 km a nord-ovest di Shimla, la capitale dell'Himachal Pradesh. L'autista, rimasto ferito nell'incidente, ha raccontato che le cattive condizioni della strada non gli hanno consentito di utilizzare i freni. Tanto che poi il mezzo è precipitato, anche a causa dell'assenza di Guard rail lungo le strade indiane, anche quelle di montagna.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.