Boris Johnson: “Lascio ma non avrei voluto farlo. Nessuno è indispensabile”

Il premier britannico con un discorso alla nazione annuncia formalmente le sue dimissioni da leader del Partito conservatore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:48
Il premier britannico Boris Johnson

Lascio ma non avrei voluto farlo. Quando il gregge si muove si uniscono tutti. Nessuno è indispensabile: il nostro sistema darwiniano riuscirà a trovare un nuovo leader a cui darò tutto il mio sostegno”. Con queste parole, Boris Johnson ha annunciato formalmente le sue dimissioni da leader del Partito conservatore britannico, forza di maggioranza in Parlamento.

Il discorso di Johnson

Dopo aver ringraziato il popolo britannico, Johnson ha voluto ricordare il consenso ricevuto alle elezioni del 2019 con la più grande maggioranza assegnata al Partito Conservatore sotto la sua leadership dal 1987 e la più grande percentuale di voti dal 1978. Detto questo ha ribadito che “in politica nessuno è lontanamente indispensabile”. Quindi ha concluso ironizzando su coloro che “saranno sollevati” per la sua uscita di scena. Non senza dirsi “triste” di dover lasciare “il miglior lavoro del mondo”, e tuttavia convinto che il Regno Unito abbia di fronte un futuro prospero, “un futuro d’oro”.

Johnson si è detto “immensamente orgoglioso” di aver portato a compimento la Brexit nei suoi tre anni a capo del governo, annunciando oggi alla nazione le sue dimissioni da leader Tory, primo passo verso l’uscita da Downing Street. Johnson ha inoltre rivendicato tra i suoi meriti quello di aver fatto uscire il Paese dalle restrizioni Covid per primo in Europa, di aver portato a casa un anno di crescita economica e il record assoluto di occupazione nel Regno. Ha comunque ammesso che la maggioranza del Partito Conservatore vuole ora un altro leader e che il processo per eleggerlo inizierà domani. Ha quindi ammesso che alcuni saranno “felici” del suo addio, insistendo tuttavia a dirsi fiero, seppure rimpiangendo l’impossibilità di portare a termine altri grandi progetti del programma. 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.