Bonus auto e seconde case, via libera in commissione al dl Rilancio

Come funzionano i bonus, contenuti nel dl Rilancio, approvati dalla commissione Bilancio della Camera

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:06
Una raffica di bonus dopo l’accordo nella maggioranza e l’ok in commissione. Via libera all’estensione del superbonus al 110% (per gli interventi di efficientamento energetico e messa in sicurezza degli edifici) alle seconde case unifamiliari, come le villette a schiera, al terzo settore e anche alle associazioni e società sportive dilettantistiche per le ristrutturazioni degli spogliatoi. Restano escluse le abitazioni più lussuose, le ville e i castelli. Si potrà beneficiare della detrazione solo per interventi effettuati su un massimo di due unità immobiliari.

Interventi

Rivisti i massimali di spesa agevolabile per gli interventi di efficienza energetica, le misure relative all’utilizzo di biomassa ed estensione al teleriscaldamento ma nei comuni montani non in procedura di infrazione Ue. Sono ammessi all’agevolazione anche gli interventi di demolizione e ricostruzione. Il superbonus viene inoltre esteso fino al 30 giugno 2022 solo per gli interventi di efficienza energetica per le case di edilizia popolare.frontiere

Bonus e pensioni

Approvato un fondo che consentirà di aumentare di raddoppiare le pensioni di invalidità a 516 euro mensili. La commissione Bilancio della Camera ha dato via libera al dl rilancio, che stanzia 55 miliardi di euro per far ripartire l’Italia dopo l’emergenza coronavirus. Considerando i precedenti provvedimenti, il governo Conte ha deciso di spendere complessivamente 80 miliardi in deficit. Da lunedì il dl Rilancio sarà in aula in prima lettura a Montecitorio. Il provvedimento passerà poi al Senato, che dovrà dare l’ok definitivo entro il 18 luglio. E’ probabile che il governo porrà la questione di fiducia. Chi, dal primo agosto al 31 dicembre 2020, acquista o prende in leasing un veicolo ibrido o elettrico nuovo di fabbrica con contestuale rottamazione di un auto immatricolata prima del 2010 o comunque con più di dieci anni, avrà un bonus di 2 mila euro. Che si riduce a 1500 per l’acquisto di un Euro 6. Il bonus si riduce rispettivamente a 1000 euro e a 750 euro per chi acquista elettriche e ibride o Euro 6 senza rottamazione. A questo bonus si dovrà aggiungere uno sconto da parte del venditore.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.