Bollettino Covid: in lieve calo la curva epidemica, 112 i morti

I dati del bollettino di oggi, 9 aprile, confermano in lieve calo la curva epidemica in Italia. 144 i morti; le vittime totali sono 160.658

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:31

I dati del bollettino di oggi, 9 aprile, confermano in lieve calo la curva epidemica in Italia. Sono 63.992 i nuovi casi nelle ultime 24 ore, contro i 66.535 di ieri ma soprattutto i 70.803 di sabato scorso, una riduzione su base settimanale del 10% secondo i dati del ministero della Salute. 112 i morti oggi; le vittime totali dall’inizio dell’epidemia salgono a 160.658.

Covid: tasso al 14,6%, stabili le terapie intensive

Sono 438.449 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore. Ieri erano stati 442.029. Il tasso di positività è al 14,6%, in calo rispetto al 15% di ieri. Sono 462 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, stabili rispetto a ieri nel saldo tra entrate ed uscite. Gli ingressi giornalieri sono 42. I ricoverati nei reparti ordinari sono 10.023, ovvero 79 in meno rispetto a ieri. Invariate le terapie intensive nel saldo tra entrate e uscite (ieri -9), con 42 ingressi del giorno, e rimangono 462 totali. In calo invece i ricoveri ordinari, 79 in meno (ieri +24), 10.023 in tutto.

Un altro giorno senza decessi in Alto Adige

Un altro giorno senza decessi di pazienti Covid in Alto Adige, il terzo di fila. I nuovi casi – secondo il bollettino dell’Azienda sanitaria – sono 441 (33 tramite pcr e 408 tramite test antigenico). Migliora anche la situazione negli ospedali: i ricoveri nei normali reparti calano da 47 a 42, mentre in terapia intensiva sono occupati due letti. Gli altoatesini in quarantena sono 5.665, mentre 599 sono stati dichiarati guariti.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.