Bollettino Covid: 2.490 nuovi positivi e 110 decessi

Sale il tasso di positività a 2,3%, mentre in Trentino non si registrano vittime dell'infezione per il quinto giorno consecutivo. Italia in zona gialla, oltre 10 milioni di italiani hanno ricevuto entrambe le dosi di vaccino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:19

In calo i nuovi casi e in aumento i decessi rispetto a 24 ore fa, secondo quanto riporta l’aggiornamento quotidiano del Ministero della Salute sulla diffusione del coronavirus nel nostro Paese.

Intanto da oggi tutta l’Italia è zona gialla. Il 17% degli italiani, oltre dieci milioni di persone (10.189.857) ha completato il ciclo vaccinale. Il numero complessivo di dosi somministrate nel nostro Paese è di 30.900.385, ovvero il 93,7% dei quasi 33 milioni consegnati (32.975.467). Il vaccino più usato è quello Pfizer-BioNTech, con 22.141.080 dosi somministrate.

Il bollettino

Sono 2.490 i nuovi casi di Covid-19 registrati, in calo rispetto a ieri quando erano stati 3.995. Sono 4.194.672 dall’inizio dell’epidemia. In salita i decessi, che passano dai 72 di 24 ore fa ai 110 di oggi.

Scende il numero di tamponi effettuati, oggi sono 107.481 rispetto ai 179.391 di ieri. Il tasso di positività sale dal 2,2% al 2,3%. In diminuzione il numero degli attuali positivi, calano di 4.653 unità rispetto a ieri arrivando a un totale di 276.439. I dimessi e/o guariti sono 7.032, per un totale di 3.792.898 dall’inizio dell’epidemia. Sono 1.382 le persone ricoverate in terapia intensiva, 28 in meno rispetto a ieri, mentre i pazienti nei reparti ordinari 8.950. A livello territoriale, le Regioni con il maggior numero di contagi sono la Campania (401), la Sicilia (378), l’Emilia-Romagna (315) e il Lazio (292), mentre il Trentino registra il quinto giorno consecutivo senza decessi.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.