Bollettino: ancora in calo il numero dei morti e dei ricoverati con sintomi

Il tasso di positività è stabile e si attesta al 16,7%, come ieri. 143 decessi, in netta decrescita rispetto ai 202 di ieri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:43

Sono 70.520 i nuovi casi di Covid in 24 ore su 421.533 tamponi effettuati. Lo riporta il bollettino quotidiano della Protezione Civile e del Ministero della Salute. Il tasso di positività è stabile e si attesta al 16,7%, come ieri. 143 decessi, in netta decrescita rispetto ai 202 di ieri. I nuovi decessi portano a 162.609 il totale delle vittime da inizio pandemia.

Ancora in calo il numero dei ricoverati con sintomi, 9.914 (-162 da ieri), così come le persone in terapia intensiva, 409 (-2). Sono 16.079.209 le persone che hanno contratto il virus da inizio pandemia e 1.232.229 le persone attualmente positive (+9.107) mentre i guariti sono 14.684.371 (+61.778).

Nelle Marche incidenza continua a salire: +2.063 positivi

Continua a salire il tasso cumulativo di incidenza nelle Marche, arrivato a 816,77 casi su 100mila abitanti (ieri 798,19), a fronte di 2.063 nuovi positivi al covid nell’ultima giornata, che rappresentano il 43,2% dei 4.775 tamponi diagnostici, su 5.474 tamponi complessivi.

Ancona resta la provincia con il più alto numero di nuovi casi, 537, a seguire Ascoli Piceno con 435, Pesaro Urbino con 389, Macerata con 386 e Fermo con 213. Sono 103 i nuovi contagiati di fuori regione. Le fasce di età più colpite sono ancora 25-44 anni con 505 casi e 45-59 anni con 497, seguite da 60-69 con 300 casi. I soggetti con sintomi sono 491, i contatti stretti di casi positivi 559, i contatti domestici 550, i positivi in setting scolastico formativo 27, i contatti in ambiente di vita socialità 8, mentre ci sono 411 casi in fase di approfondimento epidemiologico.

In Umbria addoppiano i pazienti in rianimazione

Non solo le Marche, ma anche la vicina Umbria è in sofferenza. Raddoppiano infatti, in 24 ore, i pazienti Covid in rianimazione, passati dai quattro di venerdì 22 aprile agli otto di sabato 23, secondo i dati giornalieri della Regione. Si registra complessivamente un ricovero in meno, 235 in tutto, mentre non ci sono stati altri decessi nell’ultimo giorno. In leggero aumento i casi giornalieri, 1.474, emersi dall’analisi di 6.680 tamponi (1.185 molecolari e 5.495 antigenici), con un tasso di positività in aumento, al 22,06 per cento (era 18,4 ieri). Gli attualmente positivi sono 12.846 (299 in più) e i guariti 1.175. (ANSA).

La variante Omicron elude gli anticorpi: lo studio dalla Cina

Gli scienziati cinesi hanno mappato la struttura della spike ad alta definizione. È proprio l’alto numero di mutazioni nella proteina della variante a essere considerato responsabile dell’ampia evasione immunitaria dai vaccini esistenti. La variante Omicron è dunque in grado di eludere gli anticorpi e per questo è altamente diffusiva. Nonostante il lockdown duro, in Cina i casi sono in costante aumento.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.