Biden e Von der Leyen a Bruxelles: “Task force contro la dipendenza dal gas russo”

Joe Biden e Ursula von der Leyen hanno spiegato i dettagli dell'accordo Usa-Ue contro la dipendenza dell'Ue dalla Russia per l'approvvigionamento energetico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:50
Il presidente Usa Joe Biden, con la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen,(Fonte: Twitter @vonderleyen)

“Siamo qui insieme per ridurre la dipendenza dell’Ue dall’energia russa. Putin ha usato le sue risorse energetiche per manipolare i suoi vicini, è così che le ha usate. Ha usato quei profitti per condurre la sua macchina da guerra”. Ad affermarlo è il presidente americano Joe Biden, illustrando, in una dichiarazione congiunta con la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, i dettagli dell’accordo Usa-Ue annunciato questa notte, che mira a ridurre la dipendenza dell’Ue dalla Russia per l’approvvigionamento energetico. L’incontro è avvenuto a margine dell’incontro bilaterale sulla situazione in Ucraina svoltosi a porte chiuse oggi, 25 marzo, presso la missione Usa a Bruxelles.

Ucraina ed energia al centro del colloquio

Temi centrali sono stati gli aiuti umanitari per la nazione in conflitto, la “difesa delle democrazie” e soprattutto il tema dell’energia, per perseguire la liberazione dell’Europa dal gas russo. “Tutto quello che Usa e Ue vogliono fare avere è misure concrete per ridurre la dipendenza dal gas”, ha esordito il presidente Joe Biden, annunciando gli investimenti che i due continenti progettano di fare non solo per creare “idrogeno pulito e rinnovabile”, ma anche “una task force composta da membri della Casa Bianca e della Commissione europea” per conseguire l’obiettivo. Secondo il leader americano, eliminare la dipendenza dal gas russo “non è solo la cosa giusta da fare da un punto di vista etico, ma ci metterà anche su un percorso più sicuro dal punto di vista strategico”.

“La Commissione Ue lavorerà con gli Stati membri per costruire una rete di stoccaggio del gas in tutto il continente e le infrastrutture necessarie per ricevere il gnl”, ha aggiunto riportata da Open, specificando che “tutto ciò verrà fatto in modo che non sia in contrasto con la strategia a emissioni zero. Dobbiamo far sì che le famiglie, nel mentre, superino questo inverno e il prossimo”.

Le politiche di accoglienza per chi fugge dalla guerra

La presidente della Commissione Ue ha proseguito dichiarando che “l’Ue stanzierà 3,4 miliardi di euro” per sostenere tutti gli sfollati del conflitto in corso in Ucraina – che oggi è arrivato al suo 30esimo giorno – e nei paesi circostanti, che fino ad ora risultano essere tre milioni e mezzo. Non è mancata una stoccata al leader russo Vladimir Putin, che secondo von der Leyen “sta cercando di riportare indietro l’orologio ad un’altra era, un’era di uso brutale della forza, di politica di potere, delle sfere di influenza e di repressione interna”. Ma ha aggiunto una nota di ottimismo al suo intervento: “Sono sicura che fallirà. Stiamo lavorando insieme per forgiare un futuro pacifico, prospero e sostenibile. So che avremo successo”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.