Bari, oggi la visita istituzionale del Premier Mario Draghi

Il Presidente del Consiglio è in visita all'azienda Masmec e all'istituto Cuccovillo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:35
Mario Draghi
Il premier Mario Draghi

Il Presidente del Consiglio dei ministri Mario Draghi si trova attualmente nella città di Bari, nell’ambito della sua prima visita istituzionale nel Sud del Paese, dove si sta recando a visitare Its Cuccovillo di Bari e la sede dell’azienda Masmec, leader nel settore delle tecnologie di precisione.

I soggetti istituzionali e imprenditoriali presenti

Il premier nella visita istituzionale nella zona industriale di Modugno è accompagnato dal Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, dal Sindaco di Bari Antonio Decaro, dal presidente e dall’ amministratore delegato della sopracitata società Michele e Daniela Vinci.

La visita alle realtà produttive e didattiche del territorio

Mario Draghi ha dedicato particolare attenzione alla sede medicale dell’azienda nel quale lavorano circa 300 dipendenti e si è focalizzato attorno alla tecnologia sviluppata per la diagnostica del Covid-19. In seguito, egli farà visita alla sopracitata scuola che rappresenta un’eccellenza nell’ambito della formazione in quanto, oltre 90% delle persone che finiscono il ciclo di studio, riescono ad inserirsi nel tessuto produttivo locale, dopo un’apposita formazione.

Le dichiarazioni del Sindaco di Bari

Rispetto a questa visita il Sindaco di Bari nonché presidente dell’Anci Antonio Decaro ha dichiarato: “Siamo molto orgogliosi di essere la prima tappa al sud nell’esperienza di governo di Mario Draghi. Per noi e un motivo di orgoglio perché siamo consapevoli di rappresentare un Sud nuovo che oggi presenteremo al presidente attraverso i volti delle persone, dei lavoratori e degli studenti, che rappresentano alcune delle eccellenze della nostra terra”.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.