I soldi della mafia riciclati a Roma: 11 arresti e sequestro beni per milioni

Trasferimento fraudolento di valori, bancarotta fraudolenta, autoriciclaggio: reati commessi per agevolare "Cosa nostra"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:50

Si erano trasferiti dalla Sicilia a Roma per riciclare i soldi della mafia. I Carabinieri del Ros, col supporto dei comandi provinciali territorialmente competenti, stanno eseguendo misure cautelari emesse dal tribunale di Roma nei confronti di 11 persone, ritenute responsabili di trasferimento fraudolento di valori, bancarotta fraudolenta, autoriciclaggio, reati commessi per agevolare l’associazione mafiosa “Cosa nostra”. Nello stesso contesto è stato eseguito un provvedimento di sequestro beni.

In aggiornamento

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.