60 nuovi contagi sulla nave in quarantena: a bordo anche 35 italiani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:45

Sono 908 i morti per Coronavirus in Cina (910, considerando i due decessi fuori dal Paese) e oltre 40mila le persone contagiate dall'inizio dell'epidemia. Il numero di infezioni èdi 40.171, con oltre 3.000 nuovi casi segnalati. Oggi in Cina sitorna a scuola e al lavoro. E sulla Diamond Princess, la nave da crociera alla fonda al largo di Yokohama, si registrano 60 nuovi casi, portando il totale a 130. A bordo ci sono ancora quasi 3.700 persone, tra cui 35 italiani, di cui 25 membri dell'equipaggio. Tavolo interministeriale sul Coronavirus oggi a Palazzo Chigi, allo studio una task force. Per l'Oms i casi di coronavirus da persone che non hanno viaggiato di recente in Cina, potrebbero essere “la punta dell'iceberg”. 

Minaccia seriae imminente per la saluta pubblica“, annuncia il dipartimento della Sanità britannica. Nel Regno Unito al momentoci sono quattro persone contagiate, mentre altri cinque britannici sono ricoverati in Alta Savoia dove si trovavano invacanza e sono stati infettati dal virus cinese a causa dicontatti con un altro turista che l'aveva contratto a Singapore.

Gli italiani tornati da Wuhan

E' atterrato in Italia l'aereo con gli otto connazionali imbarcati sul volo proveniente da Wuhan e atterrato dapprima alla base Raf di Brize Norton, nell'Oxfordshire, in Gran Bretagna. Avrebbero dovuto essere nove gli italiani attesi a Pratica di Mare ma il ripresentarsi della febbre per il 17enne di Grado già bloccato in Cina nel corso del precedente rimpatrio, gli ha impedito nuovamente di tornare in Italia: “Lo riporteremo con un aereo militare – ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio -. Indietro non lasceremo nessuno”. Dall'Inghilterra, gli otto italiani sono stati trasferiti nel nostro Paese con un volo militare, per poi dare il via al previsto periodo di quarantena presso l'ospedale militare del Celio, sempre a Roma. Non alla Cecchignola dunque, dove sono state accolte le 56 persone rimpatriate qualche giorno fa da Wuhan, fra le quali il 29enne risultato positivo al coronavirus e la donna che, nella giornata di ieri, era stata trasferita allo Spallanzani per essere sottoposta a test, risultati poi negativi. Ulteriori accertamenti sono stati svolti anche su due bambini rispettivamente di 4 e 8 anni, sottoposti a esami e risultati negativi al test 2019n-Cov. Arriva intanto la notizia del contagio per un ventenne taiwanese, appena rientrato da una vacanza in Italia con i genitori, svolta dal 26 gennaio al primo febbraio. I sanitari stanno cercando di ricostruire le tappe della loro visita nel nostro Paese.

La situazione

Continua intanto ad aggravarsi il bilancio dei decessi legati al coronavirus: al momento sono 813 (addirittura 89 nelle ultime 24 ore, mai così tanti in così poco tempo finora), quasi tutti in Cina (fra questi anche un 60enne americano deceduto in un ospedale di Wuhan, prima vittima straniera del virus), un numero che ha superato globalmente quello dell'epidemia Sars dei primi anni Duemila, costata la vita a 774 persone. Una situazione che ha aumentato l'allerta dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) che tuttavia registra una stabilità nel numero di contagi: “Stiamo registrando un periodo di stabilità di quattro giorni, in cui il numero di casi segnalati non è aumentato – ha spiegato Michael Ryan, responsabile del programma di emergenza sanitaria dell'Organizzazione -. Questa è una buona notizia e potrebbe riflettere l'impatto delle misure di controllo che sono state messe in atto”.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.