GIOVEDÌ 13 FEBBRAIO 2020, 17:24, IN TERRIS

LA CRISI

Scontri in Libia, Di Maio vede Haftar

Segnalati razzi sull'aeroporto di Tripoli. Il ministro degli Esteri a Bengasi: "Le armi non sono la via da seguire"

DM
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Di Maio e Haftar a Bengasi - Foto © Ansa
Di Maio e Haftar a Bengasi - Foto © Ansa
C

ome ampiamente previsto, non è durata molto la tregua fra Haftar e Serraj: nelle scorse ore, l'aeroporto tripolitano di Mitiga, l'unico ancora funzionante in città, è stato raggiunto da alcuni razzi che hanno inevitabilmente provocato lo stop ai voli e la conseguente fine del fragilissimo accordo stipulato alla Conferenza di Berlino il 19 gennaio scorso. Dalla Libia, inoltre, sono giunte notizie di ulteriori testate balistiche che avrebbero raggiunto zone residenziali a sud di Tripoli, in particolare nella zona di Mashrou al-Hadhba, a una trentina di chilometri dalla città. Lo stop ai voli, in un intervento alla tv al-Ahrar, è stato il viceministro dei Trasporti del governo di accordo nazionale, Hisham Abu Shikawat, il quale ha riferito della ripresa degli scontri tra le forze governative di Serraj e quelle cirenaiche del generale Haftar. Una violazione della tregua che il portavoce dell'esecutivo riconosciuto dalle Nazioni Unite, Mustafa al-Mejii, ha attribuito proprio alle forze del leader della Cirenaica: "La milizia di Haftar ha cercato di avanzare nella zona di Mashrou al-Hadhba ma le nostre forze hanno respinto l'attacco".


Di Maio a Bengasi

E proprio con il generale Haftar, quest'oggi, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha svolto un vertice a Bengasi, invitando nuovamente le parti a rispettare i termini della tregua (in vigore dal 12 gennaio scorso) e a fare della soluzione politica l'unica via percorribile per risolvere la crisi: "In Libia c'è un popolo che vuole delle risposte - ha detto Di Maio -. La risposta non può essere però in alcun modo militare. Non possono essere le armi o i bombardamenti. La strada da seguire deve essere inevitabilmente quella del dialogo e della diplomazia". Il capo della Farnesina ha sottolineato ancora una volta l'importanza della via diplomatica, parlando di un ruolo primario da recuperare per i Paesi europei: "Non esitai a dire all'inizio del mio mandato alla Farnesina che era stato perso del terreno in Libia, oggi però è altrettanto doveroso dire che qualcosa è stato recuperato. Siamo tornati ad avere un peso determinante in Ue e un'indubbia affidabilità con tutti gli attori coinvolti, questo grazie anche al lavoro dei nostri tecnici, del corpo diplomatico e dei nostri apparati di intelligence". Una tregua che resta comunque fragile quella che Di Maio invita a rispettare: "Il percorso, sia chiaro, resta complesso, quindi niente trionfalismi o slogan di alcun genere. Al contrario bisogna continuare a lavorare con costanza, lavorare per la pace e, allo stesso modo, per difendere i nostri asset geostrategici".

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
GIGANTI DELLA RETE

Web tax contro l'impunità fiscale

All’editoria mancano 3 miliardi. Da un convegno in Senato l'appello per portare la tassazione dei colossi di Internet...
GIORDANIA

Tragico incidente a Petra, muore turista italiano

La vittima, Alessandro Ghisoni, è stato ucciso dalla caduta accidentale di massi
Un migrante bengalese che vende selfie stick - Foto © Diego Cuopolo per IRIN
PALERMO

Violenza su bengalesi, arrestata banda di giovani

Aggressione con mazze da baseball. Ipotesi di raid punitivo a scopo razziale
SICUREZZA

Bonus seggiolini: via a contributo statale, ma il sito va in tilt

Il contributo statale dovrà essere speso entro un mese
EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus, 38enne ricoverato grave a Lodi. Contagiati altri due

A fini cautelativi è stato chiuso il Pronto Soccorso di Codogno. L'assessore Gallera: "Lieve miglioramento, ma in...
BELPAESE

Istat: Italiani più soddisfatti al Nord

Aumenta la soddisfazione generale degli Italiani. Più contenti i giovanissimi
La nave Diamond Princess attraccata al porto di Yokohama - Foto © Kim Kyung-Hoon per Reuters
EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus, il rientro degli italiani slitta a domani

Negativi i primi test effettuati sulla nave. Migliorano le condizioni dei coniugi allo Spallanzani
GRAN BRETAGNA

Londra, muezzin accoltellato in una moschea: fermato l'aggressore

L'aggressione all'interno della moschea di Regent's Park
CATANIA

Caso Gregoretti: chiesta udienza preliminare per Salvini

L'atto è stato depositato dalla Procura di Catania alla presidenza del Gip
SFRUTTAMENTO LAVORATIVO

Approvato il primo piano nazionale contro il caporalato

Dieci le azioni prioritarie del piano, tra cui anche assistenza, protezione e reinserimento socio-lavorativo delle vittime
In primo piano, la cosiddetta
ITALIA

Scampia, inizia la demolizione della Vela: "Non siamo solo Gomorra"

Il plauso del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris: "Una nuova periferia è possibile"
UDIENZA PONTIFICIA

"Etica ecologica contro l'egolatria"

Papa Francesco traccia le prospettive dell'educazione cattolica nel terzo millennio globalizzato
Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi
POLITICA

Il piano di Renzi per l'Italia. Presto l'incontro con Conte

Il leader di Iv pensa a come rilanciare il Paese. Timore per una destabilizzazione del governo
Panetto di cocaina
OPERAZIONE ANTIDROGA

Roma: sequestrata cocaina per un valore di 35mila euro

Cinque arresti, il commento del capitano Passaquieti della Compagnia di Frascati
Il bacio dell'uomo disabile a Papa Francesco - Foto © Andrew Medichini per AP
GESTI DI MISERICORDIA

Quel bacio al Papa che ha commosso il mondo

Ieri in udienza il Pontefice ha ricevuto un "regalo" inaspettato
MEDIO ORIENTE

In soccorso del Libano sull'orlo della bancarotta

Beirut chiede aiuto al Fondo Monetario internazionale. La drammatica situazione economica e finanziaria del Paese con più...