DOMENICA 26 GENNAIO 2020, 10:15, IN TERRIS

GIUNTA E ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Regionali in Emilia-Romagna e Calabria: 5 mln al voto

Scontro tra Bonaccini (Pd) e Borgonzoni (Lega) e, al Sud, tra Santelli (centro destra) e Callipo (Pd)

MILENA CASTIGLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
La scheda elettorale per le Regionali con i candidati dell'Emilia Romagna
La scheda elettorale per le Regionali con i candidati dell'Emilia Romagna
S

aranno complessivamente quasi 5,5 milioni gli elettori: oltre 3,5 milioni di cittadini sono chiamati al voto in Emilia Romagna e circa 1,8 milioni in Calabria per eleggere il presidente della Giunta e i componenti dell'Assemblea legislativa. Urne aperte da stamane alle ore 7 e fino alle 23, per decidere chi fra Stefano Bonaccini del Pd e la leghista Lucia Borgonzoni sarà il prossimo presidente della regione emiliano romagnola, mentre, per il comando della regione calabrese si sfidano Jole Santelli (sostenuta da Lega, Fratelli d'Italia, Forza Italia, Unione di Centro, Santelli Presidente, Casa delle Libertà) e Pippo Callipo (Partito Democratico, Democratici e Progressisti, Io Resto in Calabria). Le operazioni di scrutinio avranno inizio a partire dalle ore 23.00, subito dopo la conclusione delle operazioni di voto e l'accertamento del numero dei votanti. Nella giornata di silenzio elettorale, Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna, che punta alla rielezione, ha scritto: "L'Emilia Romagna li stupirà". In Calabria, la candidata del centrodestra Santelli sente "un buon vento" mentre il suo avversario del centro-sinistra, Callipo, ha scritto: "Più votiamo e meno peserà il voto clientelare".


Emilia-Romagna spariacque

Si profila un duro scontro in Emilia-Romagna. Sono sette i candidati alla presidenza della Giunta della Regione. La sfida è tra il presidente uscente, Stefano Bonaccini, candidato del centrosinistra sostenuto da sei liste (Pd, +Europa, che raccoglie anche Pri e Psi, Volt Emilia-Romagna, Emilia-Romagna Coraggiosa, Europa Verde e la lista civica Bonaccini Presidente), Lucia Borgonzoni, portabandiera del centrodestra (Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia, Cambiamo!-Popolo della Famiglia, i Giovani per l'Ambiente e la civica Borgonzoni Presidente), Simone Benini (Movimento 5 stelle), Stefano Lugli (L'Altra Emilia-Romagna), Marta Collot (Potere al Popolo), Laura Bergamini (Partito Comunista) e Domenico Battaglia (Movimento 3V-Vaccini Vogliamo Verità). Viene eletto governatore il candidato che ottiene il maggior numero di voti. A fare da ago della bilancia sarà sicuramente sarà sicuramente l'affluenza. Nel novembre del 2014, quando Bonaccini conquistò il suo primo mandato votò solo il 37% degli aventi diritto. La percentuale stavolta sarà inevitabilmente più alta: cinque anni fa fu un voto locale dall'esito abbastanza prevedibile, stavolta potrebbe essere uno spartiacque della politica italiana del quale si stanno interessando anche i media stranieri. Il segretario della Lega Matteo Salvini ha twittato: "Prima li mandiamo a casa, poi andiamo a dare l'avviso di sfratto anche al governo". Bonaccini, dal canto suo, ha esplicitamente invitato gli elettori del Movimento 5 Stelle e delle tre liste alla sua sinistra a votare per lui in chiave anti-Salvini. Il voto disgiunto è ammesso, dunque è possibile votare per una coalizione diversa da quella che sostiene il candidato governatore che si sceglie di appoggiare: voti che potrebbero essere decisivi: alle ultime europee (quando in Emilia-Romagna votò il 67%), la coalizione di centrodestra era in vantaggio di circa 5-6 punti. Il voto in Emilia-Romagna (regione storicamente "rossa") potrebbe essere uno spartiacque della politica italiana del quale si stanno interessando anche i media stranieri: una sconfitta quì potrebbe metterebbe iin crisi sia il Pd sia maggioranza che sostiene Conte.


Calabria: corsa a 4

Urne aperte il 26 gennaio anche in Calabria. Nella sola giornata di domenica si vota per eleggere il successore del governatore uscente Mario Oliverio del Pd, che i dem hanno scelto di non ricandidare e dopo una lunga battaglia interna ha deciso di farsi da parte. Insieme al nuovo governatore, i calabresi sono chiamati a eleggere i 30 consiglieri dell’assemblea regionale. A contendersi la presidenza in Calabria sono in quattro: oltre ai già citati Jole Santelli (deputata sostenuta da Lega, Fratelli d'Italia, Forza Italia, Unione di Centro, Santelli Presidente, Casa delle Libertà) e l'imprendtore Pippo Callipo (Partito Democratico, Democratici e Progressisti, Io Resto in Calabria), ci sono anche il docente Francesco Aiello (Movimento 5 Stelle, Calabria Civica) e l’ex capo della Protezione civile calabrese Carlo Tansi (Tesoro Calabria, Calabria Libera, Calabria Pulita). Per poter entrare in Consiglio regionale, ogni coalizione è costretta a superare la soglia di sbarramento dell'8 per cento, mentre le singole liste il 4. Il centrodestra parte favorito nei sondaggi. In Calabria non è ammesso il voto disgiunto.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La Diamond Princess
CORONAVIRUS

Giappone: iniziato lo sbarco della Diamond Princess

E' partito l'aereo che porta il personale sanitario a Yokohama per soccorrere gli italiani
Pereira Carlos Alberto Salazar
OPERAZIONE ANTIDROGA

Colombia, catturato il "Pablo Escobar" dell'eroina

Sul trafficante di droga pende una richiesta di estradizione dagli Stati Uniti
Giuseppe Conte e Matteo Renzi
GOVERNO

Conte-Renzi, sfida ad alta tensione

Accordo sulla prescrizione ma l'estenuante giornata in Senato ha assestato un altro colpo alla maggioranza
Dia
IL BLITZ

Mafia, arrestato il fratello della vedova Schifani

Giuseppe Costa è accusato di associazione mafiosa nell'ambito dell'inchiesta sul clan dell'Arenella. Suo...
MODENA

Tre ragazzi lanciano sassi contro un treno: 14enne indagato

La Procura sta procedendo per attentato alla sicurezza dei trasporti e getto pericoloso di cose
Il cardinale, Christian Wiyghan Tumi, parla con il leader d'opposizione del Camerun, John Fru Ndi, durante la cerimonia di apertura del piano di dialogo nazionale a Yaounde il 30 settembre 2019 - Foto © AFP
AFRICA

Don Forka, il prete che accusa il suo governo di genocidio

Il sacerdote ha scelto YouTube per denunciare il massacro nelle regioni anglofone del Camerun
La Diamond Princess
L'EPIDEMIA

Diamond Princess, un italiano positivo al Coronavirus

Mille sbarcati dalla Westerdam senza quarantena: tra loro 1 infetto e 5 italiani, individuati in Cambogia
Flavio Bucci nei panni di don Bastiano ne
IL LUTTO

E' morto Flavio Bucci, il don Bastiano di Monicelli

L'attore torinese è deceduto nella sua casa di Passoscuro a 72 anni. Quasi cinquant'anni di carriera fra cinema,...
Liliana Segre
LA TESTIMONIANZA

Liliana Segre, laurea honoris causa alla Sapienza

La senatrice inaugura l'Anno accademico e riceve il titolo in Storia dell'Europa: "Conoscere è...
CONFLITTO

Siria, inventa un gioco per distrarre la figlia dalle bombe

Il video è virale. Le Nazioni Unite sugli attacchi: "Abbiamo raggiunto un livello orribile"
Il prof. Giovanni Rocchi
ROMA

Oggi i funerali del fondatore di "medicina solidale"

Giovanni Rocchi espresse "il carattere più autentico della medicina". Il cordoglio dell'Univ. di Tor...
POLITICA

Milleproroghe, chiesta fiducia. Incognita decreto sicurezza

Palazzo Chigi lavora a riscrivere il decreto. Ma la vera sfida è mettere tutti d'accordo
L'imprenditore e filantropo Osman Kavala
TURCHIA

Gezi Park, il filantropo Kavala rischia l'ergaastolo

In detenzione preventiva, Kavala è accusato di aver tentato di rovesciare il governo di Erdogan
GERMANIA

Roettgen si candida alla guida del Cdu

Fino ad ora si era sempre parlato di tre candidati: l'avvocato finanziario Friedrich Merz, il ministro della Salute Jens...
Agenti della Dia di Palermo e, nel riquadro, Nino Agostino
PALERMO

Arrestato il boss Gaetano Scotto

Indagato anche per l’omicidio del poliziotto Nino Agostino e della moglie
Guardia di Finanza
BRESCIA

Maxi frode fiscale: 22 arresti

Sgominata dalla GdF un'associazione per delinquere transnazionale