VENERDÌ 14 FEBBRAIO 2020, 10:05, IN TERRIS

IL DRAMMA DI SNEHA

Pakistan, lo stupro come persecuzione religiosa

Rapita e violentata una 14 enne cristiana per aver rifiutato il matrimonio con un uomo musulmano e la conversione all'Islam

GIACOMO GALEAZZI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
S

neha è la figlia più giovane di Sabir Masih e ha due sorelle e un fratello maggiore. Era una studentessa alla "Franciscan Girls High School", riferisce Fides, e la sera frequentava anche dei corsi speciali per prepararsi agli esami finali.


Gli aguzzini

Zeeshan, un uomo musulmano, aveva chiesto insistentemente a Sneha di fare amicizia con lui mentre tornava a casa. Sneha ha costantemente rifiutato l'approccio. La sera del 14 gennaio 2020, mentre Sneha stava tornando a casa, Zeeshan l'ha costretta a seguirlo con la violenza e l'ha spinta su un veicolo dove sei uomini hanno iniziato a percuoterla. L'hanno sequestrata e condotta in un luogo sconosciuto, dove l'hanno percossa e ripetutamente violentata, ricostruisce l'agenzia missionaria. Le hanno poi chiesto di firmare alcuni fogli bianchi e, al rifiuto della ragazza, hanno iniziato a torturarla. Quei documenti includevano un certificato di matrimonio e un certificato di conversione all'islam. Gli aguzzini l'hanno anche minacciata: se avesse raccontato l'accaduto alla sua famiglia, avrebbe dovuto affrontare gravi conseguenze e avrebbero fatto la stessa violenza alle sue sorelle, sottolinea l'agenzia vaticana. 


Segregazione

Il padre di Sneha, Sabir Masih, ha denunciato la sua scomparsa alla polizia. Dopo la denuncia, un tribunale di primo grado ha dato l'ordine alla polizia di avviare le ricerche. Dopo alcuni giorni di indagini, la polizia ha trovato Sneha il 19 gennaio 2020 e l'ha restituita ai suoi genitori. Ma i rapitori, che l'hanno tenuta segregata per cinque giorni, sono a piede libero e impuniti. Dunque Sneha, 14 anni, ragazza cristiana di una famiglia che abita la "colonia" di Bahar, Lahore, che era stata rapita da un uomo musulmano, è stata recuperata e si è riunita alla sua famiglia, riferisce Fides.  Alcune organizzazioni che difendono i diritti dei cristiani in Pakistan, come il "Centre for Legal Aid, Assistance and Settlement” (CLAAS) e altre Ong, stanno supportando la famiglia di Sneha, fornendo assistenza legale gratuita, precisa l'agenzia di Propaganda Fide. Sabir Masih e la sua famiglia, intanto, hanno ricevuto minacce dai rapitori che stanno facendo pressioni sulla famiglia perché ritiri la denuncia contro di loro. La famiglia di Sabir Masih è stata trasferita in un luogo sconosciuto.


Matrimoni forzati 

Come  spiega a Fides Nasir Saeed, direttore dell'Ong "CLAAS", "i casi di rapimento di ragazze cristiane e indù, di conversione forzata e matrimonio forzato, continuano a verificarsi impunemente. E' un allarme sociale. Sono episodi diffusi in Pakistan e sono stati anche segnalati nei media nazionali e internazionali, ma il governo pakistano non è riuscito ad agire per fermare il rapimento di minorenni cristiane e indù". Di recente il Consiglio dell'ideologia islamica (CII) ha stigmatizzato e definito la conversione forzata "non islamica". Nel luglio scorso il Primo Ministro Imran Khan, condannando quella pratica, ha affermato che non "vi è alcun precedente nella storia islamica per giustificare la conversione forzata di altre persone". Parlamentari cristiani e indù, come Ramesh Kumar Vankwani e Naveed Amir Jeeva, hanno sollevato diverse volte la questione in Parlamento, chiedendo maggiore impegno delle forze di polizia e una decisa azione politica.


L'opposizione dei partiti islamici 

Il Child marriage restraint act, la legge che vieta i matrimoni con minorenni, è stata approvata solo nella provincia del Sindh nel 2014. Nel 2019, la senatrice Sherry Rehman ha presentato una proposta di legge al Senato per innalzare a 18 anni l'età minima delle ragazze per contrarre matrimonio. Nonostante l'opposizione di alcuni partiti islamici (come Jamiat Ulema-e-Islam e and Jamaat-e-Islami), il provvedimento è stato approvato a larga maggioranza. E' stato inviato alla Camera Bassa dove dev'essere ancora discusso. puntualizza Fides. Nell'India britannica, prima della "partizione" tra India e Pakistan, nel 1929 era stata approvata una legge per vietare i matrimoni con bambine: secondo alcuni legali, quel "Child Marriage Restraint Act" sarebbe ancora valido e applicabile anche nell'odierno Pakistan. 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
GIGANTI DELLA RETE

Web tax contro l'impunità fiscale

All’editoria mancano 3 miliardi. Da un convegno in Senato l'appello per portare la tassazione dei colossi di Internet...
GIORDANIA

Tragico incidente a Petra, muore turista italiano

La vittima, Alessandro Ghisoni, è stato ucciso dalla caduta accidentale di massi
Un migrante bengalese che vende selfie stick - Foto © Diego Cuopolo per IRIN
PALERMO

Violenza su bengalesi, arrestata banda di giovani

Aggressione con mazze da baseball. Ipotesi di raid punitivo a scopo razziale
SICUREZZA

Bonus seggiolini: via a contributo statale, ma il sito va in tilt

Il contributo statale dovrà essere speso entro un mese
EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus, 38enne ricoverato grave a Lodi. Contagiati altri due

A fini cautelativi è stato chiuso il Pronto Soccorso di Codogno. L'assessore Gallera: "Lieve miglioramento, ma in...
BELPAESE

Istat: Italiani più soddisfatti al Nord

Aumenta la soddisfazione generale degli Italiani. Più contenti i giovanissimi
La nave Diamond Princess attraccata al porto di Yokohama - Foto © Kim Kyung-Hoon per Reuters
EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus, il rientro degli italiani slitta a domani

Negativi i primi test effettuati sulla nave. Migliorano le condizioni dei coniugi allo Spallanzani
GRAN BRETAGNA

Londra, muezzin accoltellato in una moschea: fermato l'aggressore

L'aggressione all'interno della moschea di Regent's Park
CATANIA

Caso Gregoretti: chiesta udienza preliminare per Salvini

L'atto è stato depositato dalla Procura di Catania alla presidenza del Gip
SFRUTTAMENTO LAVORATIVO

Approvato il primo piano nazionale contro il caporalato

Dieci le azioni prioritarie del piano, tra cui anche assistenza, protezione e reinserimento socio-lavorativo delle vittime
In primo piano, la cosiddetta
ITALIA

Scampia, inizia la demolizione della Vela: "Non siamo solo Gomorra"

Il plauso del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris: "Una nuova periferia è possibile"
UDIENZA PONTIFICIA

"Etica ecologica contro l'egolatria"

Papa Francesco traccia le prospettive dell'educazione cattolica nel terzo millennio globalizzato
Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi
POLITICA

Il piano di Renzi per l'Italia. Presto l'incontro con Conte

Il leader di Iv pensa a come rilanciare il Paese. Timore per una destabilizzazione del governo
Panetto di cocaina
OPERAZIONE ANTIDROGA

Roma: sequestrata cocaina per un valore di 35mila euro

Cinque arresti, il commento del capitano Passaquieti della Compagnia di Frascati
Il bacio dell'uomo disabile a Papa Francesco - Foto © Andrew Medichini per AP
GESTI DI MISERICORDIA

Quel bacio al Papa che ha commosso il mondo

Ieri in udienza il Pontefice ha ricevuto un "regalo" inaspettato
MEDIO ORIENTE

In soccorso del Libano sull'orlo della bancarotta

Beirut chiede aiuto al Fondo Monetario internazionale. La drammatica situazione economica e finanziaria del Paese con più...